Champions League, Bayer Leverkusen-Roma 4-4; risultato pazzesco tra rimonte, errori e magie

Bayer Leverkusen-Roma finisce 4-4.  

Bayer Leverkusen BayArena fonte: Александр Осипов
Bayer Leverkusen BayArena fonte: Александр Осипов

Partita incredibile quella che va in scena alla BayArena. Tedeschi in vantaggio sul 2 a 0 dopo 20 minuti. Nel segno di De Rossi (due gol), Pjanic e Iago Falque la Roma riesce a portarsi sul 4 a 2. Il Bayer ci mette un minuto e mezzo a risistemare i conti. Molti gli errori nonostante una Roma a tratti più che positiva.

Il colpo d’occhio della BayArena è quello delle grandi occasioni. La terza partita del girone di Champions League inizia con il botto. Dopo appena due minuti di gioco l’arbitro assegna un calcio di rigore ai tedeschi per un fallo di mano di Torosidis. Hernández non sbaglia dagli undici metri e al 3′ minuto porta in vantaggio i suoi. La Roma non ci sta e inizia a reagire cercando di servire Gervinho e Salah. La difesa tedesca non è insuperabile e gli uomini di Garcia non ci mettono tanto a scoprirlo. Pjanic prova il tiro al 15′, ma è bravo Leno a respingere. Il pressing del Bayer rimane comunque intensivo. Al 18′ Digne perde palla, la difesa giallorossa si addormenta e lascia Hernandez a tu per tu con Szczeny che prima para, ma poi non può nulla sul secondo tiro dell’ex Real Madrid. Due ingenuità hanno causato il doppio vantaggio. La Roma continua a creare, anche se con poca concretezza. Al 29′ i giallorossi accorciano le distanze con De Rossi. Da calcio d’angolo la palla finisce in mezzo all’area e nella confusione generale è il capitano a crederci e a battere Leno. Il match viaggia su ritmi elevati ed è ancora Hernandez a sfiorare il gol. Bravo Szczęsny a mandare fuori tempo l’attaccante. In questa fase i segnali sono incoraggianti per la Roma, motivata dopo il gol. Al 37′ è un altra rete di rapina di De Rossi a pareggiare i conti. Punizione di Pjanic che trova il capitano che di ginocchio batte un’altra volta Leno.

La ripresa comincia con la stessa determinazione della Roma vista nella prima frazione di gara. Sulla punizione di Pjanic è Donati ad anticipare il solito De Rossi e per poco sfiora l’autogol: grande intervento di Leno. Al 52′ Gervinho parte in velocità e ubriaca tutta la difesa avversaria con una grande giocata. Leno dice no e dagli sviluppi di questa azione, Nainggolan viene atterrato. Punizione Roma, alla battuta va Pjanic che con un capolavoro, l’ennesimo insacca alle spalle del portere. 3 a 2 Roma al 53′. La difesa giallorossa è molto attenta sulle impercussioni avversarie, ma nel frattempo non mancano le azioni degli uomini di Garcia con ripartenze che mettono nuovamente in risalto gli ampi spazi lasciati dal Bayer Leverkusen. Al 70′ è Florenzi ad avere la palla migliore: dalla sinistra fa partire un tiro che viene deviato dal solito Leno. Sulla respinta, a porta vuota, il colpo di testa di Iago Falque si stampa sulla traversa. Non passano neanche due minuti per vedere l’ennesima discesa di Gervinho che con altruismo trova Iago Falque che spedisce la palla in rete per il momentaneo e  incredibile 4 a 2. Le emozioni non sembrano terminare. All’84’ Kampl estrae dal cilindro un gol strepitoso da fuori area che accorcia le distanze. Dopo un minuto e mezzo, una pessima lettura difensiva della Roma lascia Mehmedi tutto solo che non deve fare altro che piazzarla in rete. Un 4 a 4 pazzesco quello che sta maturando alla BayArena. Nei tre minuti di recupero le due formazioni si affrontano a viso aperto. Hernández si ripropone e per un niente la palla non finisce nuovamente in rete. Termina 4 a 4 una partita incredibile.

Bayer Leverkusen (4-2-3-1): Leno; Donati, Tah, Papadopoulos, Wendell; Kramer (dal 66′ Brandt), Toprak (dal 79′ Yurchenko), Bellarabi (dal 56′ Mehmedi), Kampl, Calhanoglu, Hernández. All. Schmidt

Roma (4-3-3): Szczęsny; Torosidis, Manolas, Rudiger, Digne; De Rossi, Pjanić, Nainggolan; Florenzi (dall’89’ Iturbe), Gervinho (dall’85’ Dzeko), Salah (dal 62′ I. Falque). All. Garcia

AMMONITI: Kramer al 37′, Wendell al 90′ (B); Nainggolan al 24′, De Rossi al 35′ (R)

ESPULSI: nessuno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *