Champions League, la Juventus riprende il Bayern e riapre la qualificazione: 2-2

Nel match di Champions League giocato allo Juventus Stadium il Bayern Monaco domina la squadra bianconera ma viene fermato sul 2-2 dopo una rimonta pazzesca della Juve.

Paul Pogba. Fonte: Schalke (wikipedia.org)
Paul Pogba. Fonte: Schalke (wikipedia.org)

Primo tempo che vede una sola squadra in campo. La Juventus viene schiacciata nella propria metà campo, lasciando il possesso palla e l’iniziativa ai bavaresi. La squadra di Guardiola ha la prima occasione dopo pochi secondi con un destro di Vidal dal limite respinto da Buffon. La Juve si fa vedere con un cross di Dybala che Mandzukic chiude in spaccata alto. Ma il Bayern è lì e fa paura creando pericoli: Muller si divora un’occasione a porta vuota dopo essere stato liberato da Lewandoski con Buffon già a terra. L’assedio continua e la squadra ospite ci prova con Bernat ma Buffon respinge e poi con un colpo di testa del polacco Lewandoski che da punizione sfiora il vantaggio. Il gol come detto è nell’aria e arriva al minuto 43 quando Barzagli respinge centralmente un cross di Douglas Costa e Muller appostato vicino al dischetto del rigore di piatto insacca alle spalle di Buffon.
La ripresa, dopo lo 0-1 del primo tempo, inizia con lo stesso piglio della prima frazione. La Juventus fa fatica ad uscire dalla propria metà campo, senza quindi creare nessun problema al pressing asfissiante del Bayern. Il gol del 2-0 porta la firma di Robben che porta a termine un contropiede dei bavaresi con un sinistro a giro che supera Buffon. Il doppio vantaggio rallenta il gioco del Bayern e quasi risveglia la Juventus. Ed è cosi che nasce il gol dell’1-2 bianconero che porta la firma di Paulo Dybala, lanciato da Mandzukic, e bravo a superare con un sinistro preciso Neuer. Il gol cambia la partita che adesso diventa ancor più aperta e godibile. La Juventus sfiora il pari con un destro di Cuadrado messo in angolo, ma il pareggio arriva puntuale: Mandzukic allarga per Morata che di testa mette dentro per Sturaro che in spaccata firma il 2-2. Finisce così, con la Juventus che raddrizza un match che sembra chiuso, portando la qualificazione ancora aperta a Monaco di Baviera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *