Chievo, Bizzarri in vista della sfida da ex: “Esperienza negativa al Genoa”

L’imminente ottava giornata di Serie A vedrà affrontarsi a Marassi il Genoa ed il Chievo, ovvero passato e presente di Albano Bizzarri.

chievo
(Chievo Verona a San Siro – Foto: Salvatore Suriano)

Il portiere argentino ha militato coi grifoni solo la stagione 2013/14, vedendo il campo solo per una manciata di minuti nell’intera stagione. Negli ultimi due anni invece si è poco alla volta imposto come numero uno titolare con i clivensi, nonostante i suoi 37 anni, che tra meno di un mese saranno 38. In vista della sfida, Il Secolo XIX ha deciso di intervistare Bizzarri per chiedergli del suo passato tra i pali rossoblu e di come sta vivendo questa parte della sua carriera con la casacca del Chievo. Ecco le sue dichiarazioni, a cominciare dal suo passato genoano: “Non posso dire che sia stata una buona esperienza per me perché ho giocato solo una partita in un anno. Probabilmente mi hanno voluto per coprirsi nel caso la scelta di puntare su Perin fosse stata sbagliata. Pensavo di partire alla pari – spiega il portiere del Chievo – ma poi ho capito che il Genoa puntava su Perin. Con Perin, Donnarumma, Lamanna e Spinelli avevo un bellissimo rapporto che ha cancellato un po’ la mia esperienza sportiva negativa“.
Lasciato il passato alle spalle, ora per il portiere argentino c’è il presente con il Chievo, e quello imminente di domenica sul campo dei grifoni: “Non sono partiti bene perché hanno cambiato tanti giocatori ma faranno comunque tanta stradaPerotti? Ho giocato con lui, ha un modo di calciare il pallone carico di effetto. Sarebbe molto difficile parargli un rigore“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *