FA Cup, finale: Hazard regala il trofeo a Conte, Chelsea batte Man Utd 1-0

Nella consueta meravigliosa e solenne cornice di Wembley il Chelsea di Antonio Conte batte per 1-0 il Manchester United di José Mourinho per 1-0, conquistando così la FA Cup 2018, grazie alla rete siglata dal dischetto nel primo tempo da Eden Hazard, salvando così parzialmente una stagione opaca e negativa.

Eden Hazard (fonte: Ben Sutherland, Flickr.com)

HAZARD INVENTA E RICAMA– Mourinho si mette a specchio, scegliendo l’inedita difesa a tre con Herrera, Smalling e Jones, ma soprattutto lasciando in panchina Lukaku, con Sanchez e Rashford in attacco. Nel Chelsea, invece, Conte lascia fuori Morata e Willian, preferendo Giroud nel ruolo di centravanti e Bakayoko per infoltire la zona mediana. La gara è molto tattica, bloccata, giocata a ritmo basso, con pochi spunti e poche emozioni e in partite così sono i giocatori di qualità a spezzare solitamente l’equilibrio. I Blues ne hanno uno che delizia la platea ogni volta che tocca il pallone, quell’Eden Hazard vero e proprio trascinatore della formazione londinese in queste ultime stagioni. Al 9° minuto il fantasista belga crea la prima occasione da rete, accelerando in area e impegnando severamente De Gea che si salva con lo stinco, mentre al 21° si mangia Jones in velocità dopo un passaggio illuminante di Fabregas, guadagnandosi un calcio di rigore. Dal dischetto lo stesso Hazard è freddissimo, spiazzando De Gea con un tocco docile per l’1-0 del Chelsea, prima marcatura stagionale in FA Cup dell’asso belga. Il goal cambia i piani di Mourinho, con il Manchester United costretto e non abituato a fare la partita, ma i vari Sanchez, Rashford, Lingard e Pogba sono incapaci di dare filo da torcere a Courtois e soci. Dall’altra parte è sempre Hazard ad accendere la luce, creando spesso scompiglio con le sue scorribande palla al piede nella retroguardia rossa. L’ultimo squillo è dello United, con Pogba a suggerire per Rashford, stoppato in area da Rudiger in tackle.

COURTOIS CONTRO TUTTI – Ripresa con gli stessi ventidue in campo e lo United che cerca in tutti i modi di impegnare la retroguardia avversaria con maggiore piglio e decisione. Rashford impegna subito su punizione Thibaut Courtois, bravo a respingere con i pugni, poi il duello si rinnova al 55° quando il giovane attaccante inglese calcia in area trovando ancora le manone del portierone belga a salvare i suoi. Il forcing della formazione di Mourinho prosegue e al 62° Jones di testa costringe Courtois ad una strepitosa parata in tuffo, con Sanchez che poi ribadisce in rete, ma in posizione di off-side. Conte e i suoi tirano un sospiro di sollievo e al 69° hanno la chance per chiudere i giochi con una percussione di Kanté che libera Marcos Alonso in area, ma il destro ravvicinato dell’esterno spagnolo viene respinto dall’attento De Gea. Due minuti dopo ancora duello fra Rashford  e Courtois, con l’estremo belga bravo in uscita bassa sul numero 19 dei Red Devils. Mourinho le prova tutte, inserendo anche Lukaku e Martial, ma il Chelsea tiene compatto. A dieci dalla fine l’ex di turno Matic scalda le mani di Courtois con un potente sinistro dal limite, mentre pochi minuti dopo Pogba ha sulla testa la palla del possibile pareggio, ma tutto solo in area sciupa clamorosamente mandando a lato. È di fatto l’ultima vera emozione della sfida, con il Chelsea che conquista così l’ottava FA Cup della propria storia. Per Conte è il primo successo nella competizione, secondo titolo in Inghilterra dopo la Premier League conquistata un anno fa. Un successo questo che parzialmente salva la stagione negativa dei Blues, mentre per il Manchester United di José Mourinho zero titoli conquistati in stagione.

Francesco Tusi

Francesco Tusi

Amante del calcio, metafora più vera della vita in tutte le sue innumerevoli sfaccettature. Amante del mare, della sua vastità e della sua sconfinata bellezza.