Fiorentina, Sousa pronto per il Lech Poznan: “Voglio vedere la squadra di sempre”

Vigilia di coppa per la Fiorentina, che domani sera affronta il Lech Poznan per la quarta gara del gruppo I di Europa League.

Paulo Sousa (Fonte: Federico Berni)
Paulo Sousa (Fonte: Federico Berni)

Vigilia vuol dire conferenza stampa per Paulo Sousa, che presenta i viola per l’incontro di domani in Polonia. Il tecnico della Fiorentina è stato interpellato sulla condizione dei suoi uomini e su come vivono la gara, senza dimenticare la sconfitta nella gara d’andata: “Hanno difeso bene, ma domani devono giocare meglio di quanto hanno fatto al Franchi, perché noi abbiamo dominato senza concretizzare tutte le opportunità che abbiamo prodotto. Il loro cambio di allenatore? Il fatto che il Lech abbia cambiato l’allenatore è stata una curiosità per noi, abbiamo studiato però Urban anche per quello che ha fatto nel passato. Il cambio di allenatore – spiega Sousa – è stato molto positivo ma questo non ci ha sorpreso. Blaszczykowski dal primo minuto? E’ un giocatore che ha avuto diverse difficoltà l’anno scorso, con noi sta trovando continuità, anche in Nazionale. Le mie scelte di escluderlo sono state per motivi tattici e non fisici. A Verona ha preso una botta ma era disponibile per la gara col Frosinone: è rimasto in panchina per una scelta tattica“.

Nonostante il primo posto in Serie A, nel suo girone di Europa League la Fiorentina è ultima con una vittoria e due sconfitte: “Ho cercato subito fin dall’inizio di imporre sempre il massimo impegno, non c’è altro modo per vincere le partite. La qualità ce l’abbiamo e la consapevolezza anche. In certi momento può capitare di avere meno fortuna o meno intensità, la partita in cui non siamo stati al top è stata quella col Basilea. Con il Lech invece siamo stati concreti senza però segnare. Questo ci ha messo un po’ in difficoltà nel girone, ma stiamo cercando di lavorare su questo aspetto: più concretezza. sono sicuro che domani sera lo vederemo. Voglio vedere la squadra di sempre – spiega l’allenatore della Fiorentina – con gli stessi principi: ogni avversario ci crea difficoltà diverse ma dobbiamo essere in grado di migliorare nelle nostre decisioni in campo a seconda di chi ci troviamo davanti. Domani voglio una squadra intensa fin dal 1′, vogliamo creare molte opportunità da gol ma stavolta rispetto all’andata voglio che la mia squadra sia più concreta“.

Il meglio, per i tifosi viola, arriva quando al tecnico della Fiorentina viene chiesto cosa preferisce tra campionato e coppa: “La priorità e difendere la maglia viola. Noi giochiamo ogni partita per vincere, è il miglior riconoscimento che noi possiamo avere, anche per offrire al pubblico continue emozioni. Vincendo sempre“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *