Frosinone-Carpi 2-1, apre Ciofani, pareggia Marrone, chiude Sammarco

Nella decima giornata di campionato si scontrano al Matusa le due squadre protagoniste in B, nello scorso anno: Frosinone e Carpi.

Fonte immagine: Syd00 grazie Roberto P.
Fonte immagine: Syd00 grazie Roberto P.

Entrambe bisognose di punti, entrambe detentrici di record negativi: i Ciociari con il peggior attacco (6 gol, primato condiviso con il Bologna) e i biancorossi con la peggior difesa (21 gol subiti).

Primo tempo. I primi quarantacinque minuti sono disputati all’insegna dell’aggressività, molti scontri fisici e qualche cartellino giallo di troppo; nella fase iniziale e in quella finale di questa parte di gara si registrano gli episodi più significativi sotto questo punto di vista: al 5′ Dionisi commette fallo su Gabriel Silva, all’8′ Rosi su Di Gaudio, per poi culminare con quello di Soddimo ancora su Di Gaudio al 45′ e di Bianco per ostruzione su Diakité.  In generale si registra un atteggiamento timoroso da parte delle due squadre che conoscono bene il valore di questo match e l’importanza di strappare i tre punti per risalire la china. Tuttavia una buona occasione per i padroni di casa si può collocare al 28′ con il solito Dionisi che la manda di poco a lato, più prudente il Carpi.

Secondo tempo. Cambia volto e atteggiamento il Frosinone, che parte subito forte e concretizza al 51′ quando Dionisi serve a Daniel Ciofani un rigore in movimento e l’attaccante insacca. Prende coraggio la squadra di Stellone che al 63′ raddoppia con Paganini, ma il gol viene annullato da Damato. Oltre il danno la beffa: qualche minuto dopo il Carpi riesce ad agguantare il pareggio con Marrone. 73′ succede di tutto: si scontrano duramente Soddimo e Borriello davanti alla panchina del Carpi. L’arbitro commina l‘espulsione ad entrambi ed entrambi continuano a discutere uscendo fuori dal campo. 85′ Federico Dionisi ci prova con un gran tiro. completamente sbagliato. 86′ Wallace tenta di sorprendere Leali da centrocampo, ma la palla va fuori. E’ Sammarco nel recupero a riportare in vantaggio i Canarini su assist dell’ex Livorno. Ma il Carpi sfiora il pareggio sul finale con Bianco.

I biancorossi sprofondano all’ultimo posto, i gialloblù conquistano cinque punti sugli stessi e sul Verona e quattro sul Bologna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *