Inter, ecco le cifre ufficiali del bilancio 2014/2015

Dopo l’assemblea dei soci, svoltasi questa mattina, l’Inter ha diramato, attraverso un comunicato ufficiale apparso sul proprio sito, i risultati della riunione.

Fonte: Inter.it
Fonte: Inter.it

 

Il presidente Erick Thohir e il consiglio d’amministrazione di F.C. Internazionale Milano S.p.A. hanno presentato all’annuale assemblea dei soci un trend in miglioramento dei risultati di bilancio per l’esercizio 2014/15.

F.C. Internazionale S.p.A. ha registrato un risultato netto rettificato di € -45,3 milioni dopo aver incrementato i ricavi commerciali derivanti dalla competizione UEFA e aver contemporaneamente ottenuto risultati positivi dalla campagna acquisti/cessioni dei giocatori al netto dei relativi ammortamenti.

Durante la riunione odierna, il presidente dell’Inter Erick Thohir ha dichiarato:

“I risultati finanziari per l’anno 2015 evidenziano che stiamo conducendo il Club e il nostro business nella giusta direzione. I ricavi commerciali crescono e il nostro risultato operativo (EBITDA) è positivo, un importante conseguimento per la Società. Proseguiamo con la nostra strategia per costruire una squadra di successo sul campo ed un solido business fuori dal campo, ovviamente consapevoli delle necessità di rispettare i parametri del Fair Play Finanziario”.

Il risultato netto rettificato per l’anno 2015 di € -45,3 milioni tiene in considerazione costi non ricorrenti, tra i quali si evidenziano oneri straordinari per il precedente staff tecnico, contratti con diversi giocatori e obblighi riguardanti il Fair Play Finanziario, portando il risultato netto d’esercizio a € -74 milioni.

L’inizio della stagione 2015/16 per il Club è stato positivo sia per quanto riguarda i risultati sportivi che per quelli fuori dal campo.

Dal punto di vista del business sono state siglate due nuove partnership regionali in Asia e il Club continua ad espandere le proprie opportunità commerciali all’infuori dei confini italiani. Sul campo i buoni risultati hanno aiutato ad aumentare sensibilmente le vendite degli abbonamenti e dei biglietti per le singole partite. Il Club può vantare la più alta media di spettatori (54.437), grazie alla quale ha stabilito un nuovo record d’incassi in occasione della gara contro il Milan (€ 3.671.078), per poi superarlo cinque settimane dopo con € 3.740.051 d’incasso fatti registrare nella gara di ieri contro la Juventus.

L’Inter, dopo 8 turni di Serie A, occupa la terza posizione in classifica, a pari punti con la Roma che guadagna la seconda posizione solo in virtù della differenza reti”.

Al termine dell’assemblea ha poi parlato anche il presidente Erik Thohir, ecco alcune dichiarazioni riportate dalla Gazzetta dello Sport.

Ausilio e Thohir (Fonte immagine: inter.it)
Ausilio e Thohir (Fonte immagine: inter.it)

Questo l’esordio del presidente dell’Inter: “Mi occupo di media e la notizia è la notizia, ci sono notizie interessanti che attirano attenzione. Ma alla fine sono i numeri che contano. Non voglio basarmi sulle voci di corridoio, sul calciomercato dico di non essere qualificato, ma al momento giusto le dichiarazioni vanno fatte. Ci sono state illazioni su Etihad, ciascuno farà i suoi commenti, noi cerchiamo di fare il meglio per il club”.

Thohir si è poi espresso in merito alla possibilità che Massimo Moratti venda anche le sue ultime azioni nerazzurre: Sostanzialmente non abbiamo nessuna intenzione di cambiare le nostre relazioni, siamo andati bene finora e siamo rispettosi delle relazioni. Entrambe le controparti vogliono lavorare nell’interesse del club. Non abbiamo nessuna intenzione di cambiare i rapporti. Siamo lieti e soddisfatti di questa partnership. Rispettiamo i rapporti come sono e non cambia nulla”.

Per finire, impossibile per il tycoon non parlare di mercato interista: Riteniamo di aver costruito una squadra forte per l’obiettivo Champions. Restiamo tra i primi tre della Serie A, siamo vicini ma la nostra posizione è tranquilla. Siamo messi bene, poi a gennaio e in estate ci saranno arrivi e partenze inevitabili, ma se i giocatori sono da prendere per l’interesse del club va benissimo, ma non vogliamo gente per vantarci della loro presenza. A gennaio e in estate saremo pronti, ma gli acquisti vanno fatti devono essere validi per la squadra. Per arrivare in Champions serve gente valida per quell’obiettivo”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *