Inter-Palermo, 3-1: Icardi suona la carica, i nerazzurri si rialzano e vanno a caccia del 3° posto

Allo stadio “Giuseppe Meazza” questa sera l’Inter di Mancini ha incontrato e battuto per 3-1 il Palermo.

Mauro Icardi (fonte: www.inter.it)
Mauro Icardi (fonte: www.inter.it)

Ljajic ha sbloccato il match all’11’, Icardi ha raddoppiato, i rosanero hanno cercato di reagire rispondendo con la rete di Vasquez e, infine, Perisic ha chiuso la sfida col tris all’avvio del secondo tempo.

Lo schema prettamente offensivo messo in campo da Roberto Mancini dà subito i suoi frutti: all’11’ Ljajic con una splendida azione personale arriva alla conclusione e la mette in rete. Il vantaggio mette di buonumore i padroni di casa che, sbloccando il match, alzano i ritmi e non sembrano intenzionati ad accontentarsi di un solo gol. Il triangolo Ljajic-Perisic-Icardi funziona bene e il fraseggio fra i tre mette in difficoltà il muro difensivo degli ospiti; al 23′ il muro viene sfondato da Icardi che riceve un cross perfetto da Palacio, anticipa Gonzalez e batte Sorrentino, portando i suoi sul 2-0. I padroni di casa hanno la partita in mano, gestiscono al meglio la sfida con il possesso palla; Ljajic sfiora nuovamente il gol e il Palermo non sembra dare segnali di reazione. Una debole risposta arriva da Vazquez che tira in porta a botta sicura ma Carrizo devia coi pugni. Allo scadere del primo tempo è proprio l’argentino naturalizzato italiano ad accorciare le distanze: Vazquez, servito da Rispoli, sorprende Carrizo e riapre la partita.

Gli ospiti cominciano il secondo tempo con un altro spirito, spingendo in attacco e con tutte le buone intenzioni di trovare il pareggio. Il Palermo si sbilancia troppo in avanti e concede all’Inter una ripartenza fatale: Palacio serve Icardi, l’argentino la mette in mezzo all’area piccola e Perisic si lancia con tutto il corpo per colpire il pallone. Il croato, in tuffo, segna la rete del 3-1 e chiude a tutti gli effetti la partita. È di nuovo Perisic, nel finale, a sfiorare il quarto gol per l’Inter e la doppietta personale mettendo il pallone, crossato da Biabiany, troppo alto. I nerazzurri con questa vittoria si staccano dal Milan, portandosi a 4 punti e vanno a caccia di Roma e Fiorentina, per provare ad agguantare il terzo posto e i preliminari di Champions. Il Palermo ha un solo punto di vantaggio sul Frosinone ed è praticamente in zona retrocessione, confermando la crisi in cui è ormai caduto da tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *