Inter-Roma, Garcia: “Abbiamo peccato di cinismo, ma è una sconfitta immeritata”

Rudi Garcia, tecnico della Roma, commenta la sconfitta contro l’Inter a Milano. Queste le parole del tecnico francese ai microfoni di SkySport:

Rudi Garcia. Fonte: Riccardo Cotumaccio
Rudi Garcia. Fonte: Riccardo Cotumaccio

Esce con il pensiero che questa sia stata una sconfitta meritata o meritavate il pareggio?
Mi pare ovvio che sia immeritata, non solo i numeri lo dicono ma anche le occasioni di gol. Abbiamo peccato di cinismo, contrariamente all’inizio della stagione. Poi siamo rimasti in 10 perché Pjanic non doveva contestare le due mani non fischiate dall’arbitro. Il colmo che sia stato allontanato per un fallo di mano. Ci ha lasciato in 10 e non lo avremo nella prossima partita.

Si è sentito tradito dall’attacco e in particolare da Dzeko?
Lui ha bisogno di giocare e acquisire tempo di gioco per arrivare primo sulla palla. Quando avrà questa volta sarà più efficace anche lui davanti.

Ci spiega il cambio Vanqueur-Dzeko?
Quando si gioca in 10 bisogna non lasciare il porvero Radja Nainggolan da solo a centrocampo e avere più velocità in attacco, che è importante. Abbiamo dimostrato che siamo riusciti a renderci pericolosi comunque. Inoltre nella mia testa era previsto di far uscire Dzeko visto che abbiamo un’altra partita mercoledì.

Dzeko non rende più prevedibile la vostra manovra offensiva?
No, oggi l’Inter ha chiuso tutti gli spazi a parte Salah che è riuscito a trovarne qualcuno. Il problema oggi è stato tirare troppo sul portiere avversario, che è stato il migliore in campo. Il secondo tempo, poi, mi è piaciuto ancora di più

Come avevate preparato questa partita? Il primo tempo sembravate un po’ sotto ritmo…
Eravamo pronti a un pressing alto dell’Inter come fanno di solito in casa, soprattutto all’inizio della partita. Ci hanno lasciato la palla e abbiamo fatto in modo di usarla al meglio, fino alla trequarti e anche oltre. Ci è mancata la finalizzazione. Lo ripeto: la cosa più clamorosa è la mancanza di cattiveria davanti la porta e su questo dobbiamo rimediare da subito. Mi è piaciuta la squadra sul piano difensivo, oltre il gol abbiamo subito un’occasione di Brozovic, mi pare bene. Sono abbastanza tranquillo per le prossime partite. La sfida di oggi non valeva la fine della stagione.

Errore di Szczesny sul gol di Medel?
Sì, sì, ed è giusto dirlo. Comunque sono tranquillo, oggi non si assegnava lo scudetto. Se continueremo così ne vinceremo tante di partite.

Crede che la Juventus possa rientrare per la lotta al titolo?
Sì, non cambio la mia idea, arriveranno anche loro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *