Inter-Torino 2-1, le pagelle neorazzurre: Icardi trascina, Murillo pasticcia

Tornano i 3 punti in casa Inter e tornano anche i gol di Icardi che permettono di battere 2-1 il Torino.

Mauro Icardi (Fonte: inter.it)
Mauro Icardi (Fonte: inter.it)

Oltre all’argentino, buone anche le partita di Eder e Brozovic, su tutti.

Handanovic 6: Incolpevole sul gol, oggi gioca la sua classica partita da sei in pagella, poco da fare ma concentrazione sempre alta.

Ansaldi 5: oggi il terzino non brilla, il momentaneo pareggio del Torino è anche colpa sua, disattento e spesso fuori posizione, il giocatore non riesce a fare bene nessuna delle due fasi, soprattutto quella difensiva.

Miranda 5,5: oggi il brasiliano non è sufficiente, a volte gioca un po’ disattento, alcuni interventi sono frutto della foga e non portano a molto, balla un po’ troppo.

Murillo 5: male anche il colombiano, la colpa sul gol del Torino la condivide con Ansaldi, anche lui non appare concentrato, per tanto la sufficienza non arriva.

Nagatomo 6: il giapponese gioca bene, riesce a mettere palloni interessanti e a rendersi utile, davanti e dietro, ottima notizia.

Joao Mario 6: si vede poco ma fa quanto richiesto, il portoghese gioca in una nuova posizione e gioca bene, attento a centrocampo, pericoloso in avanti, ha intrapreso una buonissima strada.

Brozovic 6: il croato gioca la miglior partita della stagione, nonostante un gol clamorosamente sbagliato, Brozovic ha fatto bene, propositivo e voglioso, può essere l’uomo in più.

Banega 6: anche l’argentino completa il centrocampo sufficiente, anche lui gioca bene e si rende utile in entrambe le fasi, non perde la testa e sfrutta ogni pallone.

Candreva 5,5: oggi è apparso stanco, poco pungente, quando può offre cross utili, ma nel complesso si vede ben poco, gioca tutti i 90’ ma è lontano parente di quello visto fino ad ora.

Icardi 7: torna a segnare il capitano dell’Inter che realizza una seconda doppietta, di ottima fattura soprattutto il secondo gol

Eder 6,5: partita di grinta e voglia per l’italiano che non segna ma comunque non smette di giocare al 100%, fino a quando i crampi lo permettono; sembra più motivato, e gioca bene anche per i compagni. (75’ Palacio 6)

De Boer 6: compie alcune scelte, nella formazione di oggi, partendo dall’esclusione forzata di Medel, dà spazio a Brozovic, per un centrocampo nuovo e più equilibrato, contava vincere e lo sa, l’Inter lo ha fatto anche bene, ora resta da capirne il futuro.