Juve, Nedved parla del suo nuovo ruolo: “Sono felice qui, il calcio è la mia vita”

Pavel Nedved intervistato da Forbes racconta la sua nuova vita come vicepresidente della Juventus.

Fonte: Claudio Ciardi
Fonte: Claudio Ciardi

Proprio da questo nuovo incarico inizia a parlare Nedved: “Tutto intorno a me nella Juve si sta muovendo molto velocemente. É buffo perché avevo espresso il desiderio qualche tempo fa di vivere più lentamente la mia vita. Ma sembra proprio che non riesca a esaudirlo. La verità però è che continuo a essere felice ogni giorno nella Juve. Sono contento che sopra di me ci sia solo il presidente così ho la possibilità di perfezionare un po’ di più il mio ruolo…” 

Nedved racconta poi la sua nuova vita nel mondo del calcio: “Il calcio è sempre nella mia testa. Mia moglie non gradisce, ma cosa ci posso fare? Il calcio è la mia vita, è come una “droga”. Comunque adesso riesco a passare più tempo con la mia famiglia e riusciamo a farci una gita di qualche giorno. Mi godo ogni momento con la mia famiglia, ma il calcio e la Juve sono al centro dei miei pensieri. Quando ho finito la mia carriera pensavo che la situazione potesse essere più tranquilla dopo un anno o due, ma a essere onesti la situazione è peggiorata! I tifosi non mi vedono spesso come prima e così è un evento raro incontrarmi. Ma nonostante tutto è ancora piacevole. Senza i tifosi il calcio non significherebbe nulla. É per questo che se qualcuno mi chiede un autografo è mio dovere firmarlo, non mi costa niente e lo rende felice. Sto sempre attento a questo e soprattutto dico ai giocatori di comportarsi nello stesso modo. É il minimo che possiamo fare”. 

Nedved ammette però di non avere ancora ben chiaro il suo futuro: “L‘Italia? Per essere onesto non sono del tutto convinto di rimanere qui. Il calcio è molto stressante e faticoso e credo che mia moglie non sia dell’idea di restare. Detto ciò, lasceremo che sia il destino a decidere”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *