Juventus, Buffon e i suoi 20 anni: tanti auguri!

Era il 19 novembre 1995.

buffon juventus
Gianluigi Buffon
Foto di Валерий Дудуш – Wikipedia

Una data come le altre per alcuni, ma non per lui. Gianluigi Buffon, in quel giorno, ha iniziato a scrivere la storia, la sua personale. Un cammino lungo 20 anni che proprio oggi riporta il pensiero a quel Parma-Milan in cui Nevio Scala lo schierò senza esistare. Allora aveva 17 anni, ma qualcosa in più rispetto a tutti gli altri. Traguardo importante per l’ ex Parma che ha condito la sua carriera di tanti successi, tra cui il Mondiale del 2006 vinto da protagonista. Lui è anche il portiere di tutti, il portiere della Nazionale che ha saputo farci gioire ed è pronto a farlo nuovamente in vista di Euro 2016. Ancora di più, è il simbolo della sua Juventus. Con questo club ha saputo sia vincere (tanto) che perdere, attraversando l’inferno della Serie B che per un fresco campione del mondo sa di contraddizione, di beffa. Lui c’è stato, non si è tirato indietro per l’amore di quei due colori che lo hanno reso il fenomeno che oggi tutti celebrano. Lo racconta Silvano Martina, suo procuratore, attraverso le pagine de La Stampa: “Gigi è un grande perchè ha sempre lavorato, in partita come in allenamento. Oggi è un leader per quello. Ha sempre piazzato i suoi piedi nel posto giusto, non pretendendo di essere nessuno. Un suo segreto? Non si tuffa fino all’ultima frazione di secondo”. Buffon è un uomo semplice, forte e detrminato che ha saputo onorare la sua carriera e tutte le cose belle che gli sono capitate. Domani sera ritrova sulla sua strada il Milan, vent’anni dopo. Molto probabilmente non giocherà titolare per un problema al flessore rimediato in Nazionale. Ma allo Stadium ci sarà, nel ricordo di quel novembre di vent’anni fa che lo ha reso Gianluigi Buffon, il portiere più forte degli ultimi anni. Tanti auguri!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *