Juventus, Pogba a tutto campo: “Voglio vincere tutto. Momenti indimenticabili? Il primo gol al Napoli”

Intervistato da J TV, il canale ufficiale della Juventus, il centrocampista bianconero Paul Pogba ha parlato a 360° gradi dell’esperienza a Torino e dei momenti indimenticabili in questi anni. Una vera e propria intervista a cuore aperto del francese che, dopo un’inizio di campionato in sordina, sembra stia ritrovando la forma migliore.

Fonte: Schalke (wikipedia.org)
Fonte: Schalke (wikipedia.org)

Le prime parole sono sul suo rapporto con la Juventus e, soprattutto, con il passato e la pesante maglia che porta sulle spalle, la numero 10: “Quanto amo la Juve da uno a dieci? 10. La Juve è la squadra che mi ha lasciato dimostrare il mio calcio, e ha avuto la fiducia di mettermi in campo. È la Juve che mi ha fatto andare in Nazionale, È la Juve dove ho fatto il mio primo gol, quindi adesso la Juve è il club del cuore, che mi ha lasciato dimostrare il mio calcio e ha avuto la fiducia di mettermi in campo. La numero 10? Già quando metto la maglia della Juve è un onore sempre, come so che qui alla Juve il numero 10 è molto importante. Ce l’avevano giocatori molto grandi: Platini, Baggio, Del Piero, quindi per me è un onore giocare con questo numero. Mi dico, devo fare bene come loro, devo rispettare questo numero, questa maglia. I miei obiettivi personali? Voglio vincere il Pallone d’Oro, la Champions, la Coppa del Mondo. Voglio vincere tutto“.

“Momenti indimenticabili? – continua il centrocampista al canale ufficiale del club bianconero – Quando ho fatto il mio primo gol contro il Napoli e quando abbiamo vinto 2-1 sempre contro il Napoli, due anni fa. L’inizio di campionato è stato difficile, ma crediamo di poter tornare in alto. Pensiamo solo di partita in partita, però: con l’Empoli sarà dura, fuori casa contro una squadra più piccola, ma vogliamo vincere. Come vogliamo vincere contro il Manchester City per passare il turno, in ogni modo. E servono i nostri tifosi, perché sentire Forza Juve anche al 90′ ci regala una grande forza, come è successo anche al derby“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *