Lazio-Chievo 4-1: i biancocelesti rimontano e calano il poker all’Olimpico

Altra partita in rimonta per la Lazio, i ragazzi di Pioli hanno però saputo reagire in grande stile con ben 4 gol. Nel secondo tempo un Chievo impotente non ha creato nessuna occasione veramente pericolosa.

Lazio-Empoli fonte Alessandra Fanciano
Lazio-Empoli fonte Alessandra Fanciano

PRIMO TEMPO. Parte subito male la Lazio che dopo 5 minuti subisce la rete di Cesar: il difensore del Chievo è completamente smarcato in area e Berisha non fa nulla per evitare il un colpo di testa finito all’angolino. Biancocelesti senza idee e senza reazioni se non con qualche azione solitaria di Keita o Milinkovic-Savic. Partita senza azioni rilevanti fino al 40′, quando Bizzarri è chiamato al doppio miracolo, prima su Djordjevic di testa, poi sul tacco di Parolo. Poco dopo ci prova anche Lulic a cercare la via del gol dal limite, ma il pallone termina alto. Il Chievo termina il primo tempo in vantaggio, la Lazio non trova la via del pareggio.

SECONDO TEMPO. Parte male il Chievo con Cesar che placca a mo’ di rugby e si merita subito il secondo giallo, e quindi espulsione che costringe la formazione di Maran a giocare l’intero secondo tempo in dieci. Al 19′ errore di Gobbi in area, e l’arbitro fischia rigore. Dal dischetto si presenta lo stesso Candreva che spiazza Bizzarri e pareggia. Si sblocca la Lazio, lo fa anche Cataldi che prende la mira da 40 metri e lascia partire un tiro che arriva all’angolino alla destra di Bizzarri. Primo gol in Serie A per il classe ’94, cresciuto nelle giovanili biancocelesti. Al 36′ ottima azione di Felipe Anderson che supera che serve Candreva che in area che non sbaglia. Poco dopo Radu commette fallo in area su Paloschi e che gli fa guadagnare il rosso, concedendo un rigore anche al Chievo, ma Paloschi si fa ipnotizzare da Berisha e il portiere albanese nautralizza il tiro. Chiude i giochi Keita con una grande azione che chiude la partita sul 4-1.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *