Lazio-Saint Etienne 3-2, le pagelle biancocelesti: Biglia trascinatore

La Lazio vince per 3 gol a 2, pur soffrendo, contro un indomito Saint Etienne.

Lucas Biglia. Fonte: violachannel.tv
Lucas Biglia. Fonte: violachannel.tv

Partita buona a tratti quella degli undici di Pioli che vanno sopra di due reti ma rischiano l’incredibile beffa finale nonostante il vantaggio di due uomini. Ecco le pagelle.

BERISHA 5 – Rivedibile sul primo gol, abbozza un’uscita francamente inconcepibile sul 3-2. Oggi non all’altezza.
BASTA 5.5 – Perde il contrasto che permette ai francesi di accorciare le distanze. A volte si fa prendere troppo dalla foga lanciandosi avanti seppur lo svolgimento della partita non lo richieda.
HOEDT 6 – Segna il suo primo gol per la Lazio che alla fine risulterà decisivo. In difesa, però, si fa prendere d’infilata troppo spesso. Ha tempo per migliorare…
MAURICIO 6 – Primo tempo buono, ma la gomitata di Beric non gli permette di continuare la partita per il copioso sangue dal naso.
dal 46′ GENTILETTI 6 – Spigliato, anticipa bene i francesi quando attaccano dalla sua parte.
RADU 6 – In crescita rispetto alle ultime prestazioni (tutt’altro che da ricordare). Limita gli errori e merita una tranquilla sufficienza.
BIGLIA 7 – Serve come il pane a questa Lazio: prende il pallone dietro, lo smista, contrasta ed ha anche la lucidità per concludere e segnare il terzo gol. Bentornato!
ONAZI 6.5 – Uno-due palloni regalati agli avversari, ma non solo questo… Tira fuori le castagne dal fuoco per la Lazio segnando il momentaneo 1-1 in un momento di difficoltà biancoceleste. Ossigeno.
dal 74′ CATALDI 6
FELIPE ANDERSON 6.5 – Quando punta, i difensori biancoverdi vanno sempre in difficoltà. Crossa lui il pallone che Onazi mette in rete e dialoga bene con i propri compagni. Come Biglia, anche lui pare ritrovato.
MILINKOVIC-SAVIC 6 – Si fa sempre trovare pronto là davanti. Per essere così giovane, ottimo senso della posizione. La tecnica si potrà affinare…
KEITA 6.5 – E’ forse la nota più lieta di oggi, non tanto per la prestazione, quanto per la maturità dimostrata. Valuta intelligentemente le situazioni: attacca quando c’è da attaccare, la scarica dietro quando si deve salvaguardare il risultato. Se continua così, la Lazio potrà fregarsi le mani.
MAURI 5.5 – Non è adatto per quel ruolo di campo. Lui lo sa e si sacrifica, facendo quello che può. Si divora il 2-1 a fine primo tempo: forse non è ancora in condizione, o forse il centravanti è un’altra cosa.
dal 64′ MATRI 6 – Il portiere avversario gli nega un gol da punta vera respingendo “alla Garella” la sua conclusione. Ha i movimenti giusti per fare bene in questa Lazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *