Legia Varsavia-Napoli 0-2, pagelle azzurre: finalmente Valdifiori

Il Napoli di Sarri vince la sua prima gara in trasferta della stagione in Polonia contro il Legia Varsavia. Gli azzurri si portano a punteggio pieno nel girone grazie ai goal di Mertens e Higuin.

napoli
(Napoli in campo – Foto: Salvatore Suriano)
NapLe pagelle del Napoli:

Gabriel 6-Prima partita da titolare con la maglia azzurra. Prestazione sicura ed efficace.

Maggio 6-Buona prova del terzino azzurro. Spinge con costanza e difende bene. Rischia un autogoal clamoroso.

Chiriches 6,5-Rientro da titolare niente male per il centrale rumeno. Sempre puntuale e preciso negli interventi, bravo a impostare.

Koulibaly 6,5-È in un momento di grazia. Dalle sue parti non passa mai nessuno. Un gigante.

Ghoulam 6-Gara attenta per il terzino algerino.

David Lopez 6,5-Fino al goal di Mertens è il calciatore più pericoloso. Pazdan gli nega la gioia della rete salvando sulla linea. Ottimo anche in fase di interdizione.

Valdifiori 6,5-Finalmente una prova da Valdifiori. Gioca quasi sempre a 2 tocchi e verticalizza appena può. Segnali molto incoraggianti.

Allan 6-Tanta legna e tanta corsa. Si divora 2 palle goal che gli costano mezzo voto in meno. Prezioso. (Dall’86’ Chalobah SV).

Callejon 6,5-
Assist-man della serata. Serve la palla del vantaggio a Mertens e mette davanti la porta 2 volte Allan e una volta Lopez. Bravo anche in fase di non possesso. (Dal 77′ Higuain 7-Il suo goal sarà sicuramente nella clip della prossima Europa League. Un goal stratosferico).

Gabbiadini 6
-Nel primo tempo trova fatica nel ruolo di prima punta. Nel secondo tempo cambia marcia: tanto movimento e qualche buona conclusione.

Mertens 6,5-Male nel primo tempo, nella ripresa cambia atteggiamento e diventa decisivo con il suo goal di testa su assist di Callejon. (Dal 72′ El Kaddouri 6,5-Grazie ad una sua bella iniziativa arriva l’euro goal di Higuain. Grande impatto).

Sarri 7-Turnover e vittoria: di meglio non poteva chiedere. Nonostante i 7 calciatori diversi rispetto alla gara con la Juventus i suoi riescono ad avere buoni automatismi. La difesa non soffre mai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *