Liga, 13° giornata: pari nel derby andaluso, volano Deportivo e Celta Vigo

Dopo le vittorie di Atletico Madrid e Barcellona, prosegue la tredicesima giornata di Liga con l’avvincente derby andaluso tra Malaga e Granada che si fermano in perfetta parità, ed i successi di Celta Vigo e Deportivo, stabili ai vertici della classifica alla rincorsa delle tre big del campionato.

Fonte: Miwipedia (Wikipedia)
Fonte: Miwipedia (Wikipedia)

La Rosaleda si tinge dei suoi colori più belli per accogliere il tanto atteso derby tra Malaga e Granada senza né vincitori né vinti: 2-2 il verdetto finale che rispecchia la grande dinamicità del gioco ed il perfetto equilibrio in campo.

Dopo ghiotte opportunità collezionate da ambo i lati, sono i padroni di casa del Malaga a passare in vantaggio sul finire del primo tempo: basta la stoccata vincente di Charles a regalare le prime emozioni di una gara avvincente e combattuta.

Formazione di casa ancora minacciosa nella ripresa nonostante l’inferiorità numerica per l’espulsione di Tissone: è Fornals a beffare l’estremo difensore del Granada raddoppiando e costringendo gli ospiti a subire un netto passivo.

Si ridesta il Granada nelle battute finali del match, rendendosi protagonista di una strabiliante rimonta che gli consente prima di accorciare le distanze con l’incornata di El Arabi, poi di agganciare un insperato pareggio grazie ad una pregevolezza di Rochina.

Un pari che non salva né il Malaga, reduce da tre sconfitte consecutive e fanalino di coda insieme a Las Palmas e Levante a 10 punti, né il Granada, con un solo punto di vantaggio ma in piena zona retrocessione.

Prosegue il sabato di Liga a Gran Canaria, che ospita la sfida tra Las Palmas ed il Deportivo, vittorioso per 2-0, sempre più inarrestabile alla sua seconda vittoria di fila e determinato a stupire. Padroni di casa che facilitano il compito degli avversari già al 20′ quando Simon, nel tentativo di respingere un’azione insidiosa, firma una clamorosa autorete consentendo alla formazione galiziana il vantaggio.

Stadio del Celta Vigo Fonte: Flickr.com Autore: Alfonso Fontán
Stadio del Celta Vigo
Fonte: Flickr.com Autore: Alfonso Fontán

In un match privo di particolari emozioni, gli uomini di Setien dando prova di un gran gioco di squadra riescono a contenere gli assalti avversari, per po cedere definitivamente sul 2-0 dopo la rete di Perez, che imbeccato da Fajr non manca il bersaglio e chiude la gara sul gong.

Si compromette sempre di più il campionato dei neopromossi, mentre continuano a volare i galiziani a quota 21, all’inseguimento di Celta Vigo e Real.

Nella splendida cornice del Balaidos, rinasce dalle sue ceneri il Celta Vigo che contro il Gijon torna al successo dopo le ultime due sconfitte.

Un 2-1 strappato con fatica dalla formazione galiziana che centra il bersaglio al quarto d’ora con la rete di Orellana; immediata la risposta degli ospiti, a segno con Blanco, al quale viene però annullato per fuorigioco il gol che ristabilirebbe gli equilibri e che giunge solo nella ripresa dopo una perla in area di Castro.

Sfida sul filo del rasoio che si chiude all’84’: a decidere, il provvidenziale gesto tecnico di Nolito che si tuffa in acrobazia e permette al Celta Vigo di conquistare 3 punti fondamentali, a pari punti con il Real Madrid. Disastro per i neopromossi del Gijon, a 12, dopo tre sconfitte consecutive che iniziano a pesare in zona retrocessione.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *