Liga, 8° giornata: si ferma il Siviglia, vincono Espanyol e Valencia

Dopo i trionfi di Real Madrid e Barcellona, il sabato targato Liga prosegue con le vittorie del Valencia che batte in casa il Malaga e dell’Espanyol, autore di una buona prestazione contro il Betis; passo falso invece per il Siviglia che raccoglie in casa dell’Eibar solo un pareggio. 

Il Mestalla fonte foto: Wikipedia - Tot-futbol
Il Mestalla fonte foto: Wikipedia – Tot-futbol

All’Ipurua i padroni di casa dell’Eibar arrestano sull’1-1 il passo del Siviglia, reduce dall’impresa firmata nella scorsa giornata contro il Barcellona. Dopo una prima fase di studio tra le due formazioni, l’equilibrio del match viene immediatamente infranto dall’Eibar che si porta in vantaggio con Baston: il cross al bacio di Berjon trova l’attaccante in area di rigore, lesto ad insaccare di testa.

Debole la reazione del Siviglia, che alla mezzora tenta di ridestarsi sfiorando il gol del pareggio con un’insidiosa conclusione di Reyes, riuscendo a pareggiare i conti solo nel secondo tempo grazie ad una prodezza di Gameiro. Negli istanti finali gli ospiti sprecano la ghiotta opportunità del raddoppio con Vitolo, autore di un preciso rasoterra che però non beffa Riesgo. Sorprendente fino a questo momento il campionato dell’Eibar, a quota 13 alle spalle del”Atletico Madrid; un Siviglia ancora in fase di carburazione che alterna ottime prestazioni a clamorosi passi falsi, si ferma a metà classifica.

Netta la vittoria del Valencia che si impone sul 3-0 al Mestalla contro il Malaga. Ritmi decisamente poco elevati tra le due squadre che fanno circolare bene la palla e tentano quando possibile di penetrare tra le maglie avversarie. A sbloccare l’inerzia della gara e servire il vantaggio del Valencia su un piatto d’argento, ci pensa l’autorete di Charles, che segna nella propria porta nel tentativo di sventare un attacco avversario, condannando così il Malaga a dover risalire la china.

Gli ospiti non riescono ad uscire dal guscio e alla mezzora giunge il gol del raddoppio del Valencia: i padroni di casa archiviano la partita sfruttando un guizzo di Gomes che non manca il bersaglio e scaglia una rasoiata imprendibile per Domenech. Dopo pochi minuti il Malaga spreca la chance per accorciare le distanze dopo il calcio di rigore fallito da Duda, intercettato dal portiere avversario, e si arrende sul finale allo strapotere del Valencia che cala il tris, andando a segno dal dischetto con Parejo. Padroni di casa che si riscattano dopo la sconfitta contro l’Ath. Bilbao e raggiungono quota 12 punti; si compromette la situazione del Malaga, in zona retrocessione.

Coglie una vittoria importantissima anche l’Espanyol che in trasferta si impone sul Betis per 1-3. Allo stadio Lopera, i neopromossi del Betis, reduci dalle vittorie con Gijon e Vallecano ed interpreti di un buon campionato, si lasciano beffare dall’Espanyol che costruisce il vantaggio già al 4′ con la stoccata vincente di Roco sugli sviluppi di un calcio piazzato. Nel secondo tempo cresce l’intensità e la determinazione degli ospiti, al raddoppio con Caicedo, autore di un siluro ai limiti dell’area che spiazza il portiere.

Prosegue il monologo dell’Espanyol che costringono i padroni di casa alla resa: dopo pochi istanti giunge la rete firmata Sanchez, su sponda di Asensio, hombre del partito e assist-man della serata. A poco serve il gol del riscatto del Betis, a segno con Rennella che sfrutta un rimpallo favorevole ma non riesce ad evitare la disfatta. Una sola lunghezza separa le due squadre in classifica: il Betis resta a 11, l’Espanyol volta a quota 12 raggiungendo il Valencia.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *