Liga: Barcellona sul velluto grazie alla MSN. Vincono anche Athletic Bilbao e Las Palmas

In attesa del primo assaggio di 2016 in Serie A per la Befana, il 2015 calcistico si è chiuso con un ricco turno di Liga. Dopo i successi di Real Madrid e Atletico Madrid, in serata è sceso in campo il Barcellona in uno dei quattro incontri in programma.

Lionel Messi. Fonte: Prayer for the wild at heart (wikipedia.org)
Lionel Messi. Fonte: Prayer for the wild at heart (wikipedia.org)

Al ritorno dal Mondiale per Club in Giappone, i blaugrana battono in scioltezza il Real Betis davanti al pubblico del Camp Nou: 4-0 per gli uomini di Luis Enrique contro i biancoverdi di Pepe Mel che, nonostante il pesante passivo, hanno disputato un ottimo incontro contro la corazzata catalana sfiorando addirittura di passare in vantaggio poco prima delle mezz’ora di gioco.

Il Barcellona, però, passa in vantaggio con un rigore più che dubbio assegnato dall’arbitro: Neymar sbaglia colpendo la traversa, sulla ribattuta Westermann si getta sulla sfera per allontanare ma insacca nella propria rete. Qualche minuto più tardi i blaugrana raddoppiano con il gol numero 425 di Leo Messi, alla 500esima presenza con la maglia del Barça: azione da manuale tra la Pulce e Neymar finalizzata con un tocco sotto che scavalca Adan.

Nella ripresa la gara si mette in discesa e si scatena Luis Suarez, autore di una doppietta: prima un azione in contropiede, poi un fraseggio meraviglioso con Neymar ed un facile tocco sotto porta che fissa il risutato finale sul 4-0. Barcellona ancora leader della classifica della Liga con 38 punti, gli stessi dell’Atletico Madrid nonostante la partita in meno.

Non solo Barcellona nella serata spagnola. In campo c’era un interessante Celta Vigo-Athletic Bilbao: i baschi hanno espugnato, a sorpresa, Balaidos con il punteggio di 1-0. Terza vittoria consecutiva per gli uomini di Ernesto Valverde, in netta ripresa dopo un inizio di campionato disastroso, che fermano la striscia di sei risultati utili consecutivi (tra campionato e coppa) dei galiziani. A decidere l’incontro la rete in contropiede di Raul Garcia che legittima la supremazia vista in campo dei baschi, adesso sesti in classifica.

Finisce a reti bianche il match tra Getafe e Deportivo La Coruna, mentre chiudeva il programma la sfida salvezza di Gran Canaria tra Las Palmas e Granada: a vincere sono stati i padroni di casa con un rotondo 4-1. Tre punti importanti per gli uomini di Setien che escono dalla “zona calda” della classifica grazie alle reti di Tanausu, del “Chino” Araujo, Jonathan Viera e l’autogol in pieno recupero di Lomban. Inutile il gol di Penaranda per il Granada: i rojiblancos adesso sono in penultima posizione con 14 punti, in coabitazione con il Rayo Vallecano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *