Liga: il Granada passa al Riazor

Dal nostro inviato al Riazor -Partita del riscatto per il Granada che alla prima di Josè Gonzalez trova tre punti importantissimi per la lotta salvezza: esce invece con le ossa rotte un Deportivo fischiato per l’ennesimo passo falso.

Deportivo-Granada. Fonte: Simone Gamberini
Deportivo-Granada. Fonte: Simone Gamberini

Nel primo tempo è ovviamente il Depor a fare la partita ma il Granada riesce ad assumere un atteggiamento in grado di arginare gli attacchi blanquiazul e di far ripartire El Arabi e uno scatenato Peñaranda.
La prima vera palla gol è proprio per il Deportivo che con una trama in verticale sull’asse Fajr-Lucas Perez si divora la prima chance del vantaggio. Tuttavia la bella intuizione di tacco del giocatore di proprietà dell’Elche rimane l’unicavera azione costruita nel primo tempo dalla squadra di Victor Sanchez Del Amo e le riparteze in verticale del Granada risultano molto più pericolose della sterile ragnatela di passaggi dei padroni di casa.

La partita si sblocca su una grande percussione palla al piede di Peñaranda che porta a spasso mezza difesa del Depor in contropiede e si fa stendere in area; dal dischetto El Arabi è chirurgico e spiazza Poroto Lux.

Il Deportio reagisce solo moralmente e non dal puntodi vista del gioco: il pressing si fa più intenso ma le trame offensive non sono così convincenti e il Granada fa male in contropiede. L’unico squillo deportivista è una conclusione dalla distanza di Luis Alberto piuttosto strozzata mentre dall’altra parte arriva una clamorosa palla gol sciupata al termine di un tragicomico ping pong in area di rigore.

Nella ripresa il copione è pressoché identico e nonostante il Depor schiacci nella propria metà campo gli avversari di palle gol ne arrivano poche. L’occasione più nitida capita sulla testa di Lucas Perez che corregge un gran cross di Celso Borges ma manca la porta per pochi centrimentri.

Poi la trama è sempre identica: il Deportivo attacca ma non conclude praticamente mai verso la porta mentre il Granada ha praterie in contropiede e non concretizza le chance di raddoppio.
Confusione nel finale di una partita tra due squadre che si devono riprendere ma alla fine nonostante l’ultimo forcing blanquiazul la squadra del neo tecnico Josè Gonzalez riesce a strappare i tre punti.

Ultima annotazione del fine di gara l’espulsione diretta del portiere Poroto Lux per un fallo fuori area ma da ultimo uomo su Edgar lanciato a rete; in porta chiude Celso Borges visto l’esaurimeno delle sostituzioni.
Vittoria fondamentale per abbandonare l’ultimo posto in classifica e cominciare al meglio il nuovo corso: il Granada sembra aver trovato la propria fisionomia mentre il Depor non riesce più a vincere e prolunga il suo momentaccio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *