Liga, Valencia-Real Madrid 2-2: gol e spettacolo al Mestalla, i blancos recriminano

Al “Mestalla” di Valencia termina con uno spettacolare 2-2 il posticipo di Liga tra il Valencia di Gary Neville ed il Real Madrid di Rafa Benitez. Un match ricco di emozioni e che, come nel 2015, apre l’anno delle due squadre: stavolta i blancos, che confermano le difficoltà di ogni anno al Mestalla, trovano un punto che serve a poco visto che fallisce l’aggancio al secondo posto.

Valencia - Mestalla Fonte: Víctor Gutiérrez Navarro from VALENCIA - Valencia CF - Español 2012 #23
Valencia – Mestalla
Fonte: Víctor Gutiérrez Navarro from VALENCIA – Valencia CF – Español 2012 #23

Sin dai primi minuti si gioca in un clima incandescente, come solo il Mestalla sa fare in questi grandi incontri. Dopo diverse partite con la difesa a cinque, Neville decide di osare e passa ad un 4-3-3 lasciando in panchina Negredo e con il tridente composto da Cancelo, Paco Alcacer e André Gomez. Il tridente prova sin dai primi minuti a mettere in difficoltà la retroguardia del Real Madrid, in campo con un modulo speculare e con la sorpresa Kovacic dal primo minuto, ma alla prima accelerazione i blancos passano in vantaggio sull’asse della BBC: tutto parte dai piedi di Benzema che serve Bale, palla per Ronaldo che con uno splendido no look restituisce il pallone al francese che dal limite dell’area batte Jaume.

Il gol del Real, però, è l’unica azione degna di nota degli uomini di Benitez nel primo tempo. Il Valencia riesce a reagire ed ha due grandi chance prima con Joao Cancelo, che di testa manda la palla di poco a lato, e poi con André Gomez: grande serpentina in area del portoghese, che calcia a botta sicura ma Ramos devia in corner. Quando il primo tempo sembra arrivato alla conclusione, il Valencia agguanta il pari: André Gomes entra in area, Pepe lo atterra e l’arbitro Josè Maria Sanchez Martinez assegna un calcio di rigore. Dal dischetto si presenta Dani Parejo che non sbaglia, regalando il pari ai lox xotos prima dell’intervallo nella bolgia del Mestalla.

Il gol del Valencia è un boccone amaro per il Real Madrid che ad inizio ripresa prova subito ad imprimere un ritmo alto al secondo tempo: i padroni di casa, però, riescono a gestire con tranquillità il pallone e addirittura hanno la grossa chance per passare in vantaggio con André Gomez, uno dei migliori in campo, ma la sua botta viene deviata in corner da Keylor Navas. La partita per il Real Madrid si mette in netta salita a venti minuti dal termine quando Kovacic viene espulso: brutta entrata del centrocampista blanco su Cancelo, per l’arbitro e rosso diretto e Madrid in dieci.

L’espulsione anima l’ultimo quarto d’ora dell’incontro, con il Valencia che prova a sfruttare la superiorità numerica, ma all’82° minuto il Real Madrid passa in vantaggio con Gareth Bale: punizione magistrale di Kroos che disegna una traiettoria perfetta all’interno dell’area dove il gallese insacca di testa. Il vantaggio degli uomini di Benitez, però, dura poco visto che appena un minuto più tardi il Valencia ritrova il pareggio con Paco Alcacer che, servito tutto solo in area da Rodrigo de Paul, insacca di testa da pochi passi facendo esplodere il Mestalla.

Negli ultimi minuti entrambe le squadre provano a vincere l’incontro e l’occasione migliore arriva in pieno recupero per il Valencia: contropiede degli uomini di Neville, palla per Negredo che tutto solo davanti a Keylor Navas sbaglia facendosi respingere il tiro dal portiere costaricense. Sulla respinta si avventa André Gomes che calcia a lato. Si chiude così il match del Mestalla con il Real che trova un punto amaro, complice due chiari rigori non assegnati dall’arbitro Sanchez Martinez, mentre Gary Neville non riesce ancora a trovare il primo successo sulla panchina del Valencia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *