Napoli-Inter 2-1, le pagelle dei neroazzurri: Ljajic è un lottatore, Nagatomo ingenuo

Finisce 2-1 il big match tra Napoli e Inter: i partenopei vincono con doppietta di Higuain mentre per i neroazzurri va a segno Ljaijc.

Adem Ljajic (fonte: www.inter.it)
Adem Ljajic (fonte: www.inter.it)

La squadra di Mancini viene così superata in classifica, Napoli 31, Inter 30, ma non è tutto da buttare.

Handanovic 6: l’unica parata arriva a pochi minuti dalla fine, ancora su Higuain, per il resto ordinaria amministrazione e sui gol non ha colpa.

Nagatomo 5: si fa espellere a fine primo tempo per somma di ammonizioni (la seconda eccessiva) e condanna la sua squadra a giocare in dieci, ingenuo.

Miranda 6,5: ancora una volta la coppia di centrali è attenta. Il brasiliano cerca anche di fermare Higuian sul gol del 2-0 ma è impossibile, sui gol non ci sono colpe. Per il resto partita di sostanza e attenzione, oltre che carattere, a dimostrare di essere un difensore di livello.

Murillo 6: anche lui oggi non sbaglia, più timoroso all’inizio, col passare dei minuti cresce e torna solido, insieme e a Miranda forma una coppia di livello e più giocano, più fiducia conquistano, ancora al top.

D’Ambrosio 6: sufficiente la partita dell’italiano che, tra alti e bassi, riesce comunque a strappare un 6 con buone cose sia in difesa che in fase offensiva.

Brozovic 6,5: insieme a Ljajic è il migliore dell’Inter. Da quando Mancini lo ha “ritrovato”, il croato ha sempre soddisfatto, attento e volenteroso, Brozovic è il giocatore in più anche in fase offensiva dove spesso cerca il tutto per tutto per aiutare i suoi.

Medel 6: il cileno fa il suo, a centrocampo cerca sempre di rompere il gioco avversario e non è facile, si sente poco ma il lavoro sporco non smette di farlo.

Guarin 5,5: il centrocampista dell’Inter oggi non brilla, nervoso e poco concentrato, la foga non lo aiuta a ragionare al meglio, spesso perde i contrasti, anche lui rimandato.  (62’ Biabiany sv)

Ljajic 7: immenso oggi. Il serbo nel secondo tempo si carica la squadra sulle spalle e trova il gol del 2-1 ma sopratutto è colui che più di tutti mette in difficoltà gli avversari e fino al fischio finale non molla, leader.

Icardi 5: non la sua partita, tra i difensori del Napoli trova poco spazio e i palloni giocabili non arrivano quasi mai, l’argentino però a sua volta non si rende sempre partecipe e rimane troppo isolato, esce dopo l’espulsione di Nagatomo. (45’ Telles 6)

Perisic 6: dopo un avvio difficile, il croato si risveglia e cresce, soprattutto nel secondo tempo quando con Ljajic si trova benissimo, più sicuro e attento, riesce a compiere tutto ciò che Mancini gli ha chiesto. (83’ Jovetic sv)

Mancini 5: il primo tempo l’ha sulla coscienza le scelte di Icardi e di Guarin sono inspiegabili infatti tolti loro la squadra girava meglio, ottima invece la scelta di insistere su Ljajic.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *