Napoli-Palermo 2-0, le pagelle rosanero: Sorrentino il migliore, male la difesa

Dopo i risultati positivi con Bologna e Inter, il Palermo cade in casa del Napoli: 2-0 il risultato finale al San Paolo con i rosanero che subiscono costantemente per novanta minuti il gioco fluido e qualitativo degli azzurri che vincono con le reti di Higuain e Mertens. Ma andiamo a vedere le pagelle dei rosanero.

Sorrentino - Fonte: soccermagazine.it
Sorrentino, Palermo – Fonte: soccermagazine.it

Sorrentino, voto 6,5: senza dubbio il migliore dei rosanero. I suoi interventi si rivelano decisivi per evitare un passivo più pesante.

Struna, voto 5: non è lucido così come tutto il reparto difensivo, è in costante affanno contro Insigne.

Gonzalez, voto 5,5: Gonzalo Higuain è il peggiore dei clienti possibili. Dei tre centrali è senza dubbio il migliore ma è in costante difficoltà con un campione come il Pipita.

Andelkovic, voto 5: la facilità con cui Callejon lo salta è l’emblema della sua gara. In costante affanno non riesce a limitare il gioco spumeggiante del Napoli.

Rispoli, voto 5: non ha un compito facile l’esterno campano che nel primo tempo deve fronteggiare Insigne e nella ripresa Mertens. Prima riesce a mettere una pezza, poi con il belga viene mandato fuori giri. Suo l’errore sul secondo gol azzurro.

Rigoni, voto 5: se pensate al Rigoni visto l’anno scorso, questo è soltanto la brutta copia. Non è in serata e il suo apporto in fase offensiva manca. (dal 68′ Quaison

Maresca, voto 5,5: l’affanno delle ultime tre partite giocate si sente e, contro la qualità del gioco del Napoli, non riesce a gestire il gioco come di solito fa. (dal 53′ Brugman

Hiljemark, voto 5,5: prestazione quasi sufficiente per lo svedese che cerca sempre il fraseggio con Vazquez e prova a dare brio alla manovra offensiva, apparsa sottotono questa sera.

Lazaar, voto 6: nel disastro rosanero è uno dei pochi che si salva. Come sempre tanta corsa per lui ed una prestazione in crescendo nella ripresa. (dal 78′ Chochev SV)

Vazquez, voto 6: come sempre è la fonte del gioco rosanero con la sua qualità innata ma è una serata negativa per tutta la squadra e la sua stella non brilla come sempre.

Gilardino, voto 5: un colpo di testa a inizio ripresa e nulla più. Per Gila, dopo i gol con Bologna e Inter, un netto passo indietro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *