Palermo-Inter 1-1, le pagelle dei neroazzurri: Miranda impeccabile, Icardi fatica ancora

Termina 1-1 l’anticipo tra Palermo e Inter: all’iniziale vantaggio di Perisic risponde Gilardino; nel finale espulso Murillo per doppio giallo.

Fonte immagine: Ailura da Wikipedia
Fonte immagine: Ailura da Wikipedia

Tanti però i giocatori che hanno offerto una buona prestazione, soprattutto nel corso del secondo tempo.

Handanovic 6: incolpevole sul gol che carambola su varie gambe prima di entrare in campo, offre due grandi parate per tempo e poco altro, presente.

Nagatomo 6,5: titolare dopo molti mesi, il giapponese offre una buonissima partita. Dopo alcuni minuti impiegati a carburare, si accende e spegnerlo sembra davvero difficile, ottimo in difesa ma anche in attacco dove riesce ad offrire palloni interessanti.

Miranda 7: il brasiliano è, ancora una volta, il leader della difesa neroazzurra, nessuna pecca, molta attenzione, interventi utili e di qualità, anche oggi presente al meglio.

Murillo 5,5: anche il colombiano non delude, la sua espulsione è eccessiva,nel complesso non delude ma lasciare la squadra in dieci, giusto o meno, è sempre un grande rischio.

Telles 6: rientrato dopo la panchina contro la Juve, il brasiliano ci mette un po’ a carburare e, dopo un primo tempo un po’ sottotono, nel secondo cresce e davanti offre lanci e palloni sempre utili alla causa interista, come i suoi compagni di reparto, regala una prestazione di livello.

Guarin 6,5: il colombiano oggi è tra i migliori, sopratutto per il secondo tempo, a volte ancora troppo egoista nei tiri, ma la sua partita è ottima, si prende spesso la responsabilità di cercare vie per cambiare le sorti del match, altro buonissimo interprete.

Medel 6: il cileno non brilla ma fa il suo, in mezzo al campo si impegna per recuperare quanti più palloni e spezzare il gioco quando può, senza infamia e senza lodi, il suo aiuto è sempre prezioso, anche se a volte non bellissimo da vedere.

Kondogbia 5,5: dopo l’ottimo trofeo Berlusconi, Mancini gli dà fiducia e lo schiera nuovamente titolare. Il francese offre anche qualche buono spunto ma nel complesso ancora brilla poco, la pazienza di aspettarlo c’è ma fino ad un certo punto, deve trovare in fretta la strada giusta.(55’ Biabiany 6,5: il suo ingresso aiuta a cambiare la faccia dell’Inter, assist per Perisic e gol sfiorato al 90’,  la sua crescita continua su una strada molto positiva)

Jovetic 6,5: quando si fa vedere, qualcosa lo offre sempre, davanti le idee non mancano, e nemmeno le giocate, non segna ma resta il pericolo numero uno dell’Inter. (80’ Ranocchia sv)

Perisic 6,5: autore del gol, il croato anche oggi è un’ottima presenza in campo, sia in attacco che in difesa aiuta i compagni e mette in gioco tutta l’esperienza e l’ispirazione, ruolo giusto o meno, a lui non resta che chiedere di essere costante.

Icardi 5,5: ancora una volta poco incisivo e poco presente, spesso isolato, deve trovare ancora la migliore intesa e la migliore condizione, tornerà ad essere il grande attaccante che conosciamo, ma per ora ancora non brilla. (78’ Ljajić 6: a volte sbaglia giocate molto semplici ma l’assisti a Biabiany per il possibile 2-1, è di grandissima fattura).

Mancini 6: se riuscisse a far capire ai suoi giocatori che le partite hanno anche un primo tempo, potrebbe ottenere molto di più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *