Palermo-Napoli 0-1, pagelle azzurre: Jorginho da Nazionale

Il Napoli vince di misura a Palermo contro i rosanero con un rigore di Higuain. Ottime le prove di Jorginho e del Pipita.

Fonte: Pagina Facebook "Foto Calcio Napoli - Danilo Rossetti"
Fonte: Pagina Facebook “Foto Calcio Napoli – Danilo Rossetti”
Le pagelle degli azzurri:

Reina 6,5-Decisivo nel finale del primo tempo con una parata su Vazquez.

Hysaj 6-Tiene bene la posizione e non trova difficoltà sulla sua zona di appartenenza.

Albiol 6,5-Partita senza alcuna sbavatura. Guadagna il rigore con il quale il Napoli vince la partita.

Koulibaly 6,5-Solita sicurezza. Annienta Gilardino e chiunque si trovi dalle sue parti.

Ghoulam 6-Meno propositivo in zona offensiva. Tiene bene la posizione.

Allan 6-Tanto dinamismo al servizio della squadra.

Jorginho 7-Ennesima prestazione di livello per il centrocampista italo-brasiliano. Il CT Conte non può non pensare a lui per gli Europei. Finisce la gara effettuando più di 150 passaggi, il Palermo in totale ne ha effettuati poco più di 190.

Hamsik 5,5-Non è al meglio e si vede. Sbaglia spesso l’ultimo passaggio. (Dal 72′ David López 6-Entra benissimo in partita servendo un assist ad Higuain. Solita quantità e fisicità).

Callejon 5-Stranamente avulso dal gioco. Da quando è a Napoli non si ricorda una prestazione così scialba. (Dal 65′ Mertens 5,5-Non incide come al suo solito).

Higuain 6,5-Trova il goal della vittoria su calcio di rigore. Solita partita di grande quantità del Pipita. Sforna assist ai compagni e sfiora il goal in un altro paio di occasioni.

Insigne 6-Le azioni offensive dei partenopei partono quasi sempre dai suoi piedi. Non riesce ad essere preciso a tu per tu con Sorrentino, soprattutto nella ripresa non sfrutta un delizioso assist di Higuain. (Dall’88’ El Kaddouri SV)).

Sarri 6,5-Contava vincere e i suoi portano i 3 punti a casa. Il Napoli soffre solo sul finire del primo tempo sul tiro di Vazquez e gestisce al meglio la partita una volta trovato il vantaggio. Si affida per la 17a volta in 29 partite agli 11 titolarissimi. Tanto possesso palla e tante occasioni potenziali create.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *