Palermo, Sorrentino pronto per il Chievo: “Sarà una partita difficilissima”

E’ il momento della verità per il Palermo: la sfida contro il Chievo può essere la giusta spinta per dare il via allo sprint salvezza dei rosanero.

Stefano Sorrentino (Fonte: soccermagazine.it)
Stefano Sorrentino (Fonte: soccermagazine.it)

Le ultime sette partite hanno portato in dote ai palermitani solo 3 punti, che li hanno fatti arrivare terzultimi in classifica a pari merito col Carpi. L’arrivo in panchina di Walter Novellino potrebbe essere la chiave di volta per il Palermo, anche se un giocatore esperto come Stefano Sorrentino sa che non basta.
Il portiere e capitano rosanero ha spiegato, ai microfoni di Sky Sport, come la squadra può uscire da queste sabbie mobili, cominciando dalla sfida ai suoi ex compagni del Chievo Verona: “Conoscendo i miei vecchi compagni credo che sarà una partita difficilissima, anche se loro hanno praticamente raggiunto la salvezza. Per me è una gara particolare, Chievo e Torino sono le due squadre a cui sono più legato. A Palermo però sto benissimo e faremo di tutto per portare via punti. Novellino è un tecnico di grande esperienza, lo stiamo seguendo – spiega il portiere del Palermo – come abbiamo fatto anche con gli altri tecnici che abbiamo avuto in questa stagione. I nostri tifosi sono molto importanti per noi, è chiaro che quando si lotta per non retrocedere dopo aver giocato per l’Europa le cose cambiano ma faremo di tutto per centrare la salvezza“.

In questa stagione complicata, Sorrentino è diventato il leader del Palermo dentro e fuori dal campo. Il portiere riconosce l’importanza del ruolo che riveste e ciò che va fatto per aiutare la squadra: “Sono il capitano e il giocatore più vecchio, ci sono tanti giovani e alcuni stranieri ma i più esperti devono caricarsi di responsabilità. Il mio ruolo è importante e sono sicuro che con l’aiuto di tutti riusciremo a centrare il nostro obiettivo. Sapevamo che per la salvezza sarebbe stata dura, Carpi e Frosinone sono più in fiducia di noi, ci manca la vittoria – racconta Sorrentino – ma sono certo che appena riusciremo a raccogliere i tre punti si sbloccherà qualcosa. La Nazionale? La Germania è una grande squadra, sono i campioni del mondo, ma l’Italia poteva fare meglio. Sono convinto però che in Francia sarà tutta un altra storia“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *