Premier League: 2-1 fra Arsenal e Leicester

L’Arsenal si aggiudica la sfida ad alta quota contro il Leicester con una rete allo scadereLe Foxes non riescono a contenere le incursioni dei Gunners, pericolosi nel finale di partita.

Theo Walcott. Fonte immagine: Ronnie Macdonald (Wikipedia)
Theo Walcott., Arsenal. Fonte immagine: Ronnie Macdonald (Wikipedia)

Parte a mille l’Arsenal, che si porta in avanti già dopo qualche secondo di gioco con le incursioni di OxladeChamberlain e Sanchez che mettono i brividi alla difesa del Leicester. Le Foxes si chiudono bene e si affacciano in avanti soltanto al quarto d’ora di gioco con Okazaki, mutato da un intervento di Cech.

Sono i Gunners a fare la partita: la squadra di di Wenger sfrutta la velocità di Sanchez e le giocate di Giroud per provare a sbloccare il match. È il Leicester però a siglare il primo goal pochi istanti prima dell’intervallo grazie ad un rigore procurato da Kanté e trasformato abilmente da Vardy, che spiazza il portiere e dirla la sua diciottesima rete in campionato.

Nella ripresa l’Arsenal torna all’assalto e approfitta della superiorità numerica a causa dell’espulsione di Simpson per pareggiare i conti con Walcott che da due passi buca la porta di Schmeichel. Nel finale di partita i Gunners si scatenano con un tiro al bersaglio: l’Arsenal sfiora più volte il goal del vantaggio con i tentativi di Welbeck e Giroud, ma la difesa del Leicester fa buona guardia. Proprio allo scadere dei cinque minuti di recupero però, l’Arsenal passa in vantaggio con Welbeck, abile ad indirizzare in porta con la testa il suggerimento di Ozil.

Con la buona prestazione, l’Arsenal porto a casa i tre punti e resta momentaneamente da solo al secondo posto in classifica, in attesa del Tottenham, impegnato in casa del Manchester City. Sempre primo il Leicester, ma con soltanto due punti di vantaggio sulla diretta inseguitrice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *