Roma-Cesena 2-1, le pagelle dei giallorossi: nuovo record personale per Totti

La Roma è riuscita a superare il Cesena ai quarti di finale della Coppa Italia solo all’ultimo minuto, grazie al calcio di rigore segnato da Totti al termine di una gara disputata con diversi patemi da parte dei padroni di casa. Ecco dunque le pagelle dei giallorossi:

Totti - Fonte immagine: Warrenfish - Wikipedia
Totti – Fonte immagine: Warrenfish – Wikipedia
Alisson 5: Qualche intervento importante che non risparmia spaventi, ma risulta comunque poco preciso nei rinvii, finché non arriva il disastroso episodio del pareggio del Cesena. Ultima apparizione in Coppa?

Rüdiger 6: Ordinaria amministrazione con la solita grinta: non disdegna il muso a muso con l’avversario di turno.

Manolas 5: Nel primo tempo un suo retropassaggio ha quasi il sapore di autogoal, poi sfiora la rete dall’altro lato del campo. Brividi per i giallorossi quando rischia di procurare un rigore al Cesena.

Juan Jesus 6: Prova tranquilla. Esce per un problema al flessore e per permettere a Spalletti di rimpolpare un centrocampo troppo sofferente (dal 46′ Nainggolan 6,5: Con lui la Roma si trasforma. Sempre nel vivo dell’azione offensiva, partecipa sapientemente al fraseggio).

Bruno Peres 5: Si arrabatta senza concludere granché. I fasti di Torino sembrano sempre più lontani, mentre Florenzi più vicino.

Paredes 5,5: Fatica a far girare il pallone e a fornire contributi concreti alla manovra.

Strootman 6: Da lui ci si aspetta sempre di più. Diventa inaspettato protagonista negli ultimi secondi procurandosi il rigore della discordia.

Mario Rui 6: Inizia pian piano a riprendere la condizione. I suggerimenti in avanti sono raramente forieri di risultati.

Perotti s.v.: Poteva essere la sua serata, ma è costretto a lasciare il campo troppo presto (dal 21′ Dzeko 6,5: Considerando l’atteggiamento difensivo del Cesena forse era un bene che entrasse. Si divora un paio di occasioni nitide, ma ha il merito di segnare il goal che sblocca il match).

El Shaarawy 6: Nel primo tempo prova in tutti i modi ad uccellare in velocità la retroguardia romagnola, ma senza successo. Ottimo l’assist per Dzeko (dall’81’ Emerson s.v.).

Totti 7: Parte senza troppe pretese, poi prova qualche numero persino di tacco per velocizzare l’azione offensiva e guadagnare tempi di gioco. A tratti tenta anche qualche accenno di pressing, mentre le conclusioni non brillano troppo. All’ultimo minuto, però, trasforma il rigore del definitivo 2-1 tornando a segnare dopo 9 anni in Coppa Italia, realizzando il suo 100° goal nella doppia gestione “Spalletti”. Per la terza volta in meno di un anno, dopo Torino e Sampdoria, sigilla la vittoria della Roma dal dischetto a tempo praticamente scaduto.