Roma-Milan 1-1, le pagelle rossonere: croce Zapata, delizia Donnarumma

Allo Stadio Olimpico di Roma termina 1-1 il match tra i padroni di casa ed il Milan. A segno Rudiger nella prima frazione e Kucka nel secondo tempo. Di seguito le pagelle rossonere:

Zapata Fonte: bolognafc.it
Zapata Fonte: bolognafc.it

Donnarumma 7: mantiene il Milan a galla in due occasioni nel primo tempo, quando salva su Sadiq e Rudiger. Sul gol può nulla, nella seconda frazione normale amministrazione.

Abate 5: primo tempo talmente disastroso che giustifica il voto anche in ottica di un secondo tempo sufficiente. Concorso di colpa con Zapata per il vantaggio romanista (dal 79’ Antonelli sv).

Zapata 4,5: sbaglia praticamente tutto per oltre 30’, poi Mihajlovic cambia le marcature e torna a respirare. Un rientro da brividi.

Romagnoli 5,5: male in avvio, poi recupera e col passare dei minuti torna a comandare la fase difensiva.

De Sciglio 5,5: sbaglia molto in fase offensiva mentre in difesa regge l’urto, con qualche eccezione, su Salah e Iago Falque

Honda 6,5: la sua migliore partita nella gestione Mihajlovic. Offre l’assist a Kucka per il gol del pari, e ottimo senso della posizione per tutta la gara.

Kucka 6: regge discretamente l’urto nel primo tempo, poi segna la rete che rimette in pari la partita. A pesare sul giudizio, però, il gol che si divora a metà della seconda frazione.

Bertolacci 5,5: meno incisivo e “pulito” rispetto ad altre gare, sembra impaurito dall’inizio gara shock dei suoi.

Bonaventura 6,5: come sempre fondamentale nell’economia del match, gestisce bene la tensione nella prima parte di gara, poi si diletta con buone giocate nella seconda. Esce per sfinimento (dall’85’ Niang sv)

Luiz Adriano 5,5: qualche buon movimento ma poco peso nella zona avanzata. La squadra gioca meglio dal momento della sua uscita dal campo, ma non ha demeritato (dal 56’ Boateng 6,5: la sua seconda vita rossonera comincia con una prova convincente. Mihajlovic non lo rischia sin da subito ma al suo ingresso in campo trova spunti che hanno ricordato il ‘primo’ Boateng).

Bacca 6: decisamente meglio rispetto alla gara col Bologna, cerca di fare la punta classica partecipando anche attivamente al gioco della squadra. Il tiro a giro che finisce sulla traversa avrebbe meritato miglior sorte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *