Roma, Sabatini risponde ai tifosi: “Solo le critiche educate fanno bene”

Il direttore sportivo della Roma ha risposto verbalmente dopo le critiche piovute sulla squadra e sulla dirigenza da parte della tifoseria giallorossa.

De Rossi. Fonte profilo Facebook ufficiale ASRoma
De Rossi. Fonte profilo Facebook ufficiale ASRoma

Walter Sabatini ha detto la sua dopo la protesta dei tifosi della Roma con 50 chili di carote portate fuori a Trigoria. Ecco le sue dichiarazioni: Le carote non fanno parte del nostro menù. Questa è una squadra sensibile e allo stesso consapevole, tutte le cose possono cominciare di nuovo se c’è una critica educata. La squadra deve fare meglio e può farlo solo con delle critiche educate. Non dobbiamo cadere in depressione come l’anno passato, ci riprenderemo e torneremo in forma. Dobbiamo fidarci della squadra”.

Sabatini parla anche della prossima sfida e promette che la squadra farà meglio dopo le ultimi tre deludenti partite: “La Roma c’è ancora ed è cosciente delle cose che deve fare e le farà, abbiamo un gruppo ottimo sia di calciatori ma allo stesso tempo di uomini e ragazzi in gamba. Sono al corrente che stiamo cadendo, ci sono capitati momenti negativi ma comunque sono presi dal percorso che dobbiamo percorrere e sanno dove vogliamo arrivare. La Roma ha il dovere di essere competitiva, dobbiamo giocae per vincere”. Il direttore, intervenuto durante la cena di Natale organizzata dall’AIRC e UTR, ha poi aggiunto: “Chiedo scusa personalmente del brutto momento della squadra, ci tengo a ringraziare Airc e Utr per la fede che continuano ad avere nella squadra. Siamo solo a 4 punti dal primo posto, e per fortuna c’è gente che non molla perché qualcun’altro ha già mollato. Trasferiremo questo messaggio ai calciatori che si sentono lasciati soli“.

Poi sul mercato: “Benatia è un mio idolo e l’ho sempre apprezzato molto, anche quando nei primi tempi qua a Roma dicevano che fosse un giocatore lento. Il Bayern Monaco non lo cede, perciò per adesso questo nome non ha senso. Lui è un fenicio e sta già facendo il commercio per luglio, perché adesso il Bayern Monaco non lo dà”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *