Sampdoria-Chievo Verona 0-1, la cronaca

Finisce 0-1 Sampdoria-Chievo Verona con i liguri che tornano in una posizione di classifica che non permette di dormire sonni tranquilli.

 

Fonte: Laura Rossetti
Fonte: Laura Rossetti

 

Il primo tiro in porta è dei padroni di casa che avanzano con Dodò che mette in mezzo per De Silvestri ma Bizzarri fa buona guardia.
9′ questa volta è il Chievo che ci prova. Fallo di Fernando è punizione per gli ospiti: calcia Birsa, testa di Spolli che finisce tra le braccia di Viviano.
17′ è Meggiorini ad avere la palla del vantaggio ma la spreca praticamente solo davanti a Viviano.
23′ Chievo in vantaggio. Ancora Birsa che mette in mezzo per il numero 69 che, di testa, insacca alle spalle del numero 2 blucerchiato.
29′ rigore, forse un po’ generoso, per gli ospiti per il fallo di Fernando su Pepe. Sul dischetto va Birsa ma Viviano para e tiene a galla i blucerchiati.
Passano pochi minuti e sono ancora i veneti a rendersi pericolosi con Birsa che ci prova con una gran botta di sinistro ma Viviano si supera e sembra avere un conto in sospeso con l’ex rossonero.
A tempo scaduto ancora due occasioni: prima Spolli salva su pallonetto di Quagliarella e poi Birsa ancora fuori di poco dopo un’azione personale.
Dopo due minuti di recupero Pairetto manda tutti al riposo.
Si riparte con la Samp che deve agguantare almeno un pari.
Al 3′ è sfortunata la squadra di Montella che coglie la traversa con De Silvestri.
57′ discesa di Pepe, palla che arriva a Meggiorini, salva ancora un impeccabile Viviano.
60′ ancora i blucerchiati vicino al pareggio è ancora con De Silvestri che di testa costringe Bizzarri ad imitare il suo collega blucerchiato.
Succede poco e nulla a Marassi con un Chievo che si difende con ordine ed è pronto a ripartire in contropiede. La Samp ci prova ma con poca lucidità.
L’uomo più pericoloso tra i liguri De Silvestri, mentre Cassano e Quagliarella decisamente in ombra. Tra gli ospiti Meggiorini e Birsa i più attivi.
85′ azione dei blucerchiati, la palla arriva nella direzione di Quagliarella in buona posizione, ma il numero 27 non aggancia.
Ancora 5 minuti a disposizione degli uomini di Montella per raddrizzare un risultato che ha rischiato di essere anche più pesante.
Nel recupero ci prova anche Dodò ma il suo tiro è debole, nessuna difficoltà per il numero 1 del Chievo.
Finisce qui a Marassi con la Sampdoria che torna a temere una classifica che torna a fare paura. Il Chievo invece porta a casa tre punti fondamentali per una salvezza ormai quasi matematicamente acquisita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *