Sampdoria, Zenga nel post Atalanta: “Speso tanto contro la Roma mercoledì”

La Sampdoria, dopo l’importante vittoria contro la Roma nel turno infrasettimanale, rientra a Genova con una sconfitta dalla tana dell’Atalanta.

Zenga
Walter Zenga – Fonte: calciocatania (Flickr)

In classifica i bergamaschi superano di un punto proprio i blucerchiati, che rimangono con 10 punti a metà classifica. Raggiunto al termine dell’incontro dai microfoni di Sky Sport, il tecnico della Sampdoria Walter Zenga dice la sua sulla partita: “Abbiamo speso tantissimo contro la Roma mercoledì e soprattutto eravamo corti numericamente. Ivan l’ho fatto scaldare ma non ce l’ha fatta ad entrare a causa di un problema muscolare. Dopo l’autorete abbiamo avuto due occasioni per pareggiare, poi nella ripresa nel nostro momento migliore Sportiello ha fatto una grande parata. In generale non siamo stati brillanti e abbiamo avuto una serata poco piacevole dal punto di vista del gioco. Noi – confessa il tecnico della Sampdoria – abbiamo una squadra molto tecnica che comporta in certi momenti di subire gli avversari. Questo lo sappiamo e a volte le cose ci vengono bene. Quando invece subiamo, la nostra tecnica se non è supportata da tutti non riusciamo a stare corti“.
L’attenzione si sposta sui problemi specifici che potrebbe aver avuto la Sampdoria, cominciando dalle fasce: “Nella fascia destra abbiamo giocato con un ragazzino di 17 anni che non ha fatto una grandissima partita questa sera, ma non posso dire nulla. E’ un ragazzo che va aiutato. Anche Rocca che è una giovane mezzala ha giocato terzino. Non sono giustificazioni ma nel calcio ci sta che chi vince festeggia e chi perde spiega. Preso qualche rischio di troppo? Noi vogliamo prenderci il rischio di prendere delle imbarcate, come si dice. Ma se abbiamo una filosofia non si può cambiare dopo poche gare. Quando si gioca con tanti giovani, bisogna mettere in preventivo che hanno degli alti e dei bassi“.

Inevitabile alla fine domandare sul prossimo incontro, che metterà il tecnico di fronte al suo passato più importante: “Penso a Samp-Inter? No perchè sono ancora arrabbiato per la sconfitta di stasera. All’Inter ci penserò da dopodomani“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *