Sassuolo, Defrel si gode il momento: “Meritiamo di stare lassù”

Il Sassuolo, con qualche polemica, batte la Lazio e vola al quarto posto agganciando proprio i biancocelesti e il Napoli. La formazione emiliana continua a stupire rimanendo nelle posizioni alte della classifica. Per gli uomini di Di Francesco 15 punti in 8 gare con 4 vittorie, 3 pareggi e una sola sconfitta. Un ruolino di marcia di tutto rispetto.

Mapei Stadium-Sassuolo-Lazio Fonte: Alessandra Fanciano
Mapei Stadium-Sassuolo-Lazio
Fonte: Alessandra Fanciano

Per il club di Squinzi, l’obiettivo minimo è sempre stato la salvezza, ma ora si può puntare più in alto tenendo questo ritmo. L’Europa potrebbe non essere solo un sogno. Si gode l’ottimo momento, l’ex Cesena Defrel. L’attaccante non sta facendo minimamente rimpiangere la partenza di Zaza e sta dando un contributo notevole con le sue reti. Ecco le sue parole sullo stupore generale che circola intorno al Sassuolo, rilasciate ai microfoni di Sky: “Sono soddisfatto del mio inizio al Sassuolo, anche per la squadra, perché stiamo facendo molto bene e meritiamo i punti che abbiamo. Non siamo stupiti, ci alleniamo bene e siamo consapevoli dei nostri mezzi. Siamo pochi stranieri, ci troviamo molto bene, sono da tempo in Italia e mi sento a casa“.

Poi torna a parlare del rigore concesso a Cannavaro contro la Lazio: “Il rigore su Cannavaro? Ero in panchina, non l’ho visto bene, ma lui è una brava persona e penso che ci fosse il fatto. I miei gol? Sarebbero stati tre, uno è stato annullato. Queste cose capitano, lo rifarò un’altra volta”. Poi un tuffo nel passato ricordando il Cesena, vittorioso per 5-1 contro lo Spezia: “Ho passato tre anni lì, sento i miei ex compagni, sono contento per loro, dovevo andare allo stadio, non sono riuscito ma sono molto contento“.

Defrel arrivò al Parma nel 2011 e venne girato immediatamente in prestito al Foggia. Con i rossoneri non convinse soprattutto per i 4 goal in 23 presenze. Tornato alla base è stato ceduto a titolo definito al Cesena con il quale è esploso. Con i bianconeri ha realizzato 15 reti in 102 partite esordendo anche in Serie A. Dopo la retrocessione nel 2014 della formazione emiliana, il Sassuolo è stato più lesto di tutti e si è aggiudicato le prestazioni del ragazzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *