Seria A: al dall’Ara 2-2 tra Bologna e Lazio

A Bologna, la Lazio regala i primi 45′ ai padroni di casa,dominando invece i secondi. Giacchierini e Destro hanno illuso Donadoni, Candreva e Lulic risollevano Pioli. Tanti complimenti proprio a Pioli, bravo a cambiare la partita inserendo Lulic e Klose che danno ritmo alla partita.

Antonio Candreva Fonte: Alessio Cappellacci
Antonio Candreva
Fonte: Alessio Cappellacci

PRIMO TEMPO: I primi 18′ sembrano segnare già il destino della Lazio.Giaccherini tira una punizione, il pallone prende un giro strano, Berisha è in ritardo e il Bologna passa subito in vantaggio. Nemmeno il tempo di riodinare le idee, che sugli sviluppi di un calcio d’angolo Destro si trova a tu per tu con il portiere biancoceleste e segna il due a uno. La Lazio non c’è. Il Bologna gioca in tranquillità e Djordjevic in attacco non ne vuole sapere di buttarla dentro.

SECONDO TEMPO: Pioli toglie Parolo e mette Lulic, sostituisce Djordjevic con Klose e la partita cambia totalmente. La squadra di Donadoni inizia a sentire la stanchezza, la paura s’impossessa delle gambe. La Lazio inizia a crederci ma la fortuna non è dalla sua parte e solo il palo evita un autogol. Dopo poco però tutto cambia, Klose, recupera una grande palla in area e si fa stendere da Masina: rigore e rosso. Candreva dagli 11 metri riapre tutto con il pallonetto. Si gioca a una porta sola e 5′ dopo arriva il pareggio, Klose serve di prima Lulic, che tira al volo e batte Mirante. Mirante nega il gol del possibile 3-2 alla Lazio respingendo un tiro di Keita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *