SERIE A: Roma-Lazio 2-0, Dzeko e Gervinho regalano il derby ai giallorossi

In un Olimpico semi deserto, senza tifosi nelle due curve, sia Nord che Sud, per la protesta contro la divisione del settore, è andato comunque in scena il derby di Roma che ha visto i giallorossi imporsi per 2-0 sui ragazzi di Pioli.

De Rossi. Fonte profilo Facebook ufficiale ASRoma
De Rossi. Fonte profilo Facebook ufficiale ASRoma

ROMA (4-2-3-1) – Szczesny; Torosidis, Manolas, Rudiger, Digne; Nainggolan, Vainqueur; Gervinho, Falque, Salah; Dzeko. All. Garcia

LAZIO (4-3-3) – Marchetti; Basta, Mauricio, Gentiletti, Radu; Parolo, Biglia, Lulic; Candreva, Djordjevic, Felipe Anderson. All. Pioli

Prime battute del primo tempo molto intense, gioco molto fisico,  fase di studio con le squadre che stazionano a centrocampo. Al 9′ l’arbitro fischia calcio di rigore per la Roma, fallo ingenuo di Gentiletti su Dzeko, ma il contatto avviene fuori area! Anche ammonizione per il difensore della Lazio. Sul dischetto Dzeko non sbaglia, conclusione forte e centrale, Marchetti è battuto e vantaggio Roma. Arriva subito la reazione immediata della Lazio: Basta lancia lungo per Candreva che colpisce al volo, ma la conclusione va a lato della porta. Al 26′ traversa clamorosa di Felipe Anderson! Tunnel a Vainqueur e forte tiro che si infrange contro la trasversa. Nel finale altra chance incredibile per la Roma. Gervinho si infila alle spalle della difesa laziale e serve a Dzeko che sbaglia un gol fatto.

Secondo tempo che ricomincia con gli stessi 22 del primo tempo. Tanta Roma e poca Lazio e al 63′ arriva il raddoppio dei giallorossi con Gervinho, lancio preciso di Nainggolan per l’ivoriano che resiste a Basta e beffa Marchetti. Per i giallorossi arriva anche l’occasione del 3-0 per la Roma: Iago viene chiuso all’ultimo istante da Gentiletti, il pallone arriva a Keita che prova a battere a rete, ma il tiro esce di poco. Nel finale errore clamoroso di Klose a porta vuota: ennesima progressione di Keita, lascia sul posto Torosidis e serve un assist perfetto per il tedesco che sbaglia tutto.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *