Serie A, Atalanta-Juventus 0-2: i bianconeri rispondono a Napoli e Roma

Barzagli e Lemina decidono a Bergamo: la Juventus ancora capolista.

Fonte:Genoacfc.it
Fonte:Genoacfc.it

Al Fratelli d’Italia di Bergamo le due squadre scendono in campo con forte determinazione sin dai primi minuti: i padroni di casa, compatti e aggressivi (tanto che è Cigarini a subire il primo cartellino giallo del match dopo solo due minuti di gioco per un fallo su Dybala) si chiudono bene in difesa rendendo difficile la manovra da parte di una seppur determinata e propositiva Juventus.

Tra i nerazzurri si fa notare l’ex Borriello. Ma all’11’ la prima rilevante occasione è degli ospiti: l’ottima combinazione della Juventus porta al tiro Khedira la cui conclusione da pochi metri è ben neutralizzata da Sportiello. Al 14′ buona opportunità anche per l’ Atalanta quando, su cross dalla destra, Cigarini non riesce a colpire bene e manda lentamente tra la braccia di Buffon. La difesa dei bergamaschi tiene bene almeno fino al 24′ quando Barzagli, totalmente smarcato, sblocca il risultato: sugli sviluppi di un calcio d’angolo Mandzukic serve il difensore bianconero che insacca in rete. Al 33′ ben lanciato da Dybala, Khedira viene anticipato in extremis da Sportiello.

Dopo il gol dello svantaggio l’Atalanta cerca di reagire ma l’ottima disposizione difensiva della Juventus le impedisce di essere pericolosa. Ma, comunque, al 40′ un errore di Marchisio in disimpegno permette a Borriello di partire in contropiede e servire per De Roon in area che in mezza rovesciata impegna centralmente Buffon.

Il secondo tempo inizia sulla falsariga del primo con la Juve desiderosa del gol del raddoppio e la squadra di Reja che si affida invece alle ripartenze ma senza concretizzare. Al 59′ Sportiello si fa rubare la palla da Mandzukic il cui tiro viene però salvato quasi sulla linea dal difensore nerazzurro. Resta alto il ritmo ma poche le occasioni da segnalare in questo frangente di gara: dopo una serpentina di Dybala da centro campo Pogba prova il tiro ma la palla è sul fondo, mentre 65′ Sportiello si fa perdonare l’errore di superficialità di poco prima e salva con un’uscita su Khedira lanciato verso porta. Sembra soffrire la Juventus nel finale di partita quando l’Atalanta alza il baricentro: Bonucci salva in angolo al 83′ su una palla velenosa del neo entrato Diamanti da fuori area e sugli sviluppi di un calcio d’angolo mischia pericolosa in area bianconera.

A cinque minuti dal termine raddoppio della Juventus con un grandissimo gol di Lemina che dopo aver dribblato due avversari, d’esterno destro, piazza la palla in rete. All’88’ reazione dell’Atalanta che sfiora il gol con un forte tiro da fuori di Masiello: salva tutto Buffon.

Al triplice fischio continua la striscia d’imbattibilità di Buffon vicino al record, e la Juventus conquista la settima vittoria consecutiva ritrovando la testa della classifica a tre lunghezze dal Napoli. L’Atalanta rimane a quota 30 punti nonostante la buona prova odierna.

Le formazioni:

ATALANTA (3-5-2): Sportiello; Masiello, Paletta, Toloi; Conti (dal 55′ D’Alessandro), Kurtic, De Roon, Cigarini (dal 76′ Diamanti), Dramé; Borriello, Monachello (dal 66′ Raimondi) All. Reja

JUVENTUS(4-3-1-2): Buffon; Lichtsteiner, Barzagli, Bonucci, Evra; Khedira (dal 68′ Lemina), Marchisio, Pogba; Pereyra (dall’81’ Alex Sandro); Mandzukic, Dybala (dall’88’ Morata) All. Allegri

Arbitro: Paolo Valeri

Marcatori: Barzagli 24′, Lemina 85′

Ammoniti: Cigarini 2′, Paletta 51′, Toloi 84′ (Atalanta); Pogba 43′, Marchisio 81′ (Juve).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *