Serie A, Atalanta-Palermo 3-0: orobici da favola, rosanero a picco

Dopo la vittoria in casa della Roma, l‘Atalanta di Edy Reja conferma il buon momento di forma e nel pomeriggio del 15° turno di Serie A batte il Palermo di Davide Ballardini. Allo stadio “Atleti Azzurri d’Italia” l’incontro termina con il punteggio di 3-0, risultato che inguaia i siciliani, alla terza sconfitta in sette giorni.

German Denis (Fonte: Liotro - flickr.com)
German Denis (Fonte: Liotro – flickr.com)

A Bergamo due situazioni contrapposte: da un lato l’Atalanta conferma di essere una delle note positive del campionato (visto che adesso i punti in classifica sono 24), dall’altro il Palermo subisce la terza sconfitta in sette giorni, con un clima sempre più teso in casa rosanero e con Ballardini sempre più in bilico.

Sin dai primi minuti, però, il Palermo prova a giocare con personalità contro un Atalanta che fa della velocità la sua arma migliore. La prima vera chance è per gli orobici dopo nove minuti quando, sugli sviluppi di un corner, Jajalo devia la palla sulla testa di Denis che prova ad indirizzare all’angolino ma Sorrentino smanaccia a mano aperta. Gli orobici, comunque, giocano meglio del Palermo ed al 18° minuto passano in vantaggio con German Denis: tiro dalla distanza di de Roon, palla che carambola sui piedi del Tanque che a tu per tu con Sorrentino non sbaglia.

Nonostante il gol subito, il Palermo va vicino al pari due minuti più tardi con Chochev (palla alzata sopra la traversa da Sportiello) ma la Dea è cinica ed al secondo tiro in porta trova il raddoppio con Cherubin, al primo gol con la maglia nerazzurra. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo, il centrale difensivo orobico elude la marcatura di Goldaniga e stacca di testa battendo Sorrentino. Se dopo la prima rete il Palermo ha provato una timida reazione, il secondo gol dei padroni di casa è una mazzata per i rosanero che provano ad alzare il baricentro ma si dimostrano confusi e mai concreti negli ultimi venti metri.

Nel secondo tempo, complice il doppio vantaggio, l’Atalanta abbassa la guardia, dando maggior spazio al Palermo; la squadra di Davide Ballardini, però, nonostante gli ingressi in campo di forze fresche come Morganella e Quaison, si conferma inconcludente. Anzi è l’Atalanta ad avere la chance per il tris con il tanque Denis ma il suo tiro a giro termina sul fondo. Ad un quarto d’ora dal termine, può cambiare la partita: Migliaccio, in campo da appena 30 secondi, da un calcio involontario sulla schiena a Brugman. Per l’arbitro Russo è espulsione diretta.

Sembra una chance per il Palermo per poter riaprire la partita, ma a dieci minuti dal termine l’Atalanta segna il terzo gol con de Roon: l’olandese trova un potente sinistro rasoterra che termina all’angolino basso. Il gol degli uomini di Reja manda in ghiaccio la partita e, dopo tre minuti di recupero, l’Atalanta può festeggiare il secondo successo consecutivo in campionato che li proietta nei piani alti della classifica. Continua, invece, il momento nero del Palermo: la squadra, per l’ennesima volta, si è confermata sulle gambe e senza idee. I rosanero sono quartultimi in classifica con appena 15 punti, e lo spettro di Beppe Iachini inizia a vedersi dalle parti del Barbera.

 

ATALANTA-PALERMO 3-0
MARCATORI: 18′ Denis (A), 25′ Cherubin (A), 80′ de Roon (A)

ATALANTA (4-3-3): Sportiello 6,5; Raimondi 6,5, Paletta 6,5, Cherubin 7, Brivio 6; Cigarini 6, de Roon 7, Kurtic 6 (76′ Migliaccio SV); Moralez 7 (84′ Estigarribia SV), Denis 7, Gomez 7 (73′ D’Alessandro 6,5). All. Reja

PALERMO (4-3-1-2): Sorrentino 6; Andelkovic 4,5 (53′ Morganella 5,5), Goldaniga 6, Gonzalez 5,5, Lazaar 5; Hiljemark 5 (56′ Quaison 5), Jajalo 5 (65′ Pezzella 6), Chochev 5,5; Brugman 6; Trajkovski 5, Gilardino 5. All. Ballardini

ARBITRO: Carmine Russo di Nola
AMMONITI: Kurtic (A), Andelkovic (P), Jajalo (P), Gonzalez (P)
ESPULSO: Migliaccio (A)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *