Serie A, Fiorentina-Roma 1-2: ai viola il possesso palla, ai giallorossi i goal

Gara delle 18 che vede sfidarsi Fiorentina e Roma. I giallorossi in campo con il classico 4-3-3: Szczesny in porta. Difesa con Florenzi, Rudiger, Manolas e Digne. Centrocampo con De Rossi, Nainggolan e Pjanic. Tridente con Gervinho, Dzeko e Salah. All. Garcia. Rispondono i padroni di casa con un 3-4-2-1: tra i pali Tatarusanu. Difesa con Roncaglia, Rodriguez e Astori. Linea mediana composta da Blaszczykowski, Badelj, Vecino e Bernardeschi. Dietro l’unica punta Kalinic, il tandem Valero-Ilicic. All. Sousa. Arbitra Orsato.

Mohamed Salah fonte: profilo facebook ufficiale asroma
Mohamed Salah fonte: profilo facebook ufficiale asroma

La gara parte subito su ritmi altissimi. Bastano 5 minuti alla Roma per passare in vantaggio. La rete viene siglata proprio dall’ex più odiato, Salah. L’egiziano, dal lato destro dell’area si accentra e batte Tatarusanu a giro, sul palo più lontano. Subito avanti gli ospiti.

Al quarto d’ora si vede finalmente la Fiorentina. Dopo un possesso palla prolungato, tenta il tiro Roncaglia dai 30 metri. La conclusione si spegne ad un metro abbondante dal palo di Szczezsny. Un minuto dopo palla lunga per Kalinic che scatta sulla linea del fuorigioco. La punta stoppa perfettamente e tenta il pallonetto sull’estremo difensore giallorosso. Lo scavetto finisce sopra la travera.

I viola tengono la sfera continuando a controllare il gioco e la circolazioned della palla. La Roma pensa a difendersi e a ripartire in contropiede. Proprio con questa tattica, i giallorossi trovano il vantaggio a 10 dalla fine del primo tempo. Calcio d’angolo drammatico per la Fiorentina che si fa trovare completamente scoperta. Florenzi lancia Gervinho che, palla al piede, percorre tutto il campo depositando alle spalle di Tatarusanu. 0-2 e raddoppio nel momento migliore dei padroni di casa. Al 40′ Vecino, dalla distanza, impegna Sczcesny che vola rifugiandosi in calcio d’angolo. Poco dopo anche Ilicic sfiora il palo, ma il portiere giallorosso è in traiettoria. Duplice fischio e tutti negli spogliatoi.

Le formazioni tornano in campo senza nessuna variazione. La Fiorentina inizia subito a spingere non lasciando respiro ai giocatori giallorossi. La gara si disputa ancora su ritmi elevati. Gli uomini di Garcia attendono i viola e provano a rispondere in contropiede. Non ci sono momenti di pausa, continui capovolgimenti di gioco. Match divertente e piacevole.

A 10 minuti della ripresa Gervinho viene servito perfettamente da Dzeko. L’ivoriano si allunga leggermente il pallone che è deviato da Tatarusanu. Pjanic si catapulta sulla ribattuta e a colpo sicuro calcia in porta, ma la sfera viene salvata sulla linea da Bernardeschi. Soffre la Fiorentina nelle retrovie. Al quarto d’ora Sousa prova a giocarsi la carta Rossi per vivacizzare la manovra.

A 20 minuti dalla fine Berdardeschi si libera nel lato sinistro dell’area. L’ala conclude centralmente senza impensierire il portiere romanista. Occasione sprecata per accorciare le distanze. I toscani continuano a provarci, ma la Roma si difende perfettamente non concedendo grandi spazi e rischiando qualcosa di troppo in diverse occasioni. Al’80’ Rossi sigla il 2-1, ma la rete viene annullata per netto fuorigioco di Kalinic che ha influenzato pesantemente l’azione. Un minuto dopo Kalinic si infila nella linea difensiva e calcia clamorosamente alto davanti a Szczesny. Altra occasione sprecata per i padroni di casa.

A pochi minuti dalla fine, Salah rimedia un cartellino rosso per proteste. Orsato non tollera un gesto di stizza dell’egiziano. 4 i minuti di recupero. Proprio nel finale, Valero pesca Babacar che di prima supera il portiere. 2-1 ma è troppo tardi. Triplice fischio e Roma in testa al campionato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *