Serie A, Frosinone-Bologna 1-0: al Matusa decide Dionisi su rigore

Tre punti preziosi come l’oro per il Frosinone, che al Matusa riesce faticosamente ad avere ragione del Bologna di Donadoni in un match deciso da Dionisi su rigore.

Fonte immagine: Syd00 grazie Roberto P.
Fonte immagine: Syd00 grazie Roberto P.

I ciociari salgono così a quota 19 agganciando il Carpi, seguito solo dal Verona, fanalino di coda. Il Bologna, dopo i successi contro Sassuolo e Samp si ferma al cospetto dei ciociari, che ritrovano fiducia dopo il pesante ko contro la Roma.

Avvio incandescente in casa del Frosinone: gara giocata a ritmi elevatissimi nei primi minuti con entrambe le formazioni determinate ad ottenere la vittoria e schieratesi in un 4-3-3 speculare.

Il primo squillo di tromba lo suonano i padroni di casa, insidiosi prima con un potente rasoterra di Chibsah, prontamente neutralizzato dalla difesa avversaria, poi con il guizzo di Ciofani in agguato sul secondo palo.

Rispondono i felsinei con la volata in contropiede di Mounier e Brighi, poco preciso però in fase di finalizzazione e con l’intuizione di Diawara, un cliente scomodissimo per la retroguardia ciociara.

Al quarto d’ora, i padroni di casa, molto più incisivi in attacco, sfiorano una doppia occasione da gol sugli sviluppi di un corner prima con il colpo di testa di Blanchard, poi con una bella azione targata Tonev, mentre un Bologna attendista preferisce ripiegare in difesa.

Il potenziale inespresso della formazione di Donadoni emerge alla mezzora: ottima la combinazione tra Ferrari e Floccari, neutralizzati da un provvidenziale intervento tra i pali di Leali che salva il parziale.

Federico Dionisi Foto di Laura Corsi
Federico Dionisi
Foto di Laura Corsi

Seconda frazione di gara dinamica sin dalle prime battute: è il Bologna a rientrare in campo con il piglio giusto impensierendo in più di un’occasione l’estremo difensore del Frosinone.

Il monologo gialloblù dura poco: la formazione ciociara ristabilisce subito gli equilibri proponendosi in attacco con Tonev, abile a dribblare gli avversari ma debole sul finale, e il duo Soddimo-Ciofani, chiave di volta della manovra offensiva del Frosinone.

Calano i ritmi del match nella seconda fase: a decidere la vincitrice al Matusa è un calcio di rigore a favore della squadra di Stellone dopo l’atterramento di Sammarco da parte di Rossettini.

Dal dischetto la new entry Dionisi non fa rimpiangere l’assenza di Chibsah e si ritaglia il ruolo di protagonista beffando di gran classe Mirante.

Si infiamma la gara negli istanti finali: i padroni di casa sfiorano il raddoppio sul destro a giro di Ciofani e sul poderoso tiro cross di Tonev, ma riescono a fronteggiare un Bologna che assedia la trequarti campo avversaria per agganciare un insperato pareggio.

FORMAZIONE FROSINONE (4-3-3): Leali; Pavlovic, Blanchard, Ajeti, M. Ciofani; Gori, Sammarco, Chibsah; Tonev, D. Ciofani, Soddimo.

FORMAZIONE BOLOGNA (4-3-3): Mirante; Rossettini, Oikonomou, Ferrari, Morleo; Taider, Diawara, Brighi; Mounier, Floccari, Rizzo.

MARCATORI: Dionisi (77′ R)

AMMONITI: Diawara (9′), Taider (22′), Blanchard (29′), Russo (34′), Oikonomou (35′; 64′), Ferrari (45′), Rossettini (76′)

ESPULSI: Oikonomou (64′)

ARBITRO: Gervasoni (sez. Mantova)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *