Serie A, Genoa-Inter 1-0: i neroazzurri sciupano, De Maio li punisce

Nella 34^ giornata di Serie A l’Inter cade in casa del Genoa per 1-0, condannata ad un quarto d’ora dal termine da una rete del difensore rossoblu De Maio, in una sfida dove i neroazzurri di Roberto Mancini avrebbero sicuramente meritato qualcosa in più per le numerose occasioni da rete create.

Un'azione di gioco fra Pavoletti e Miranda (fonte: www.inter.it)
Un’azione di gioco fra Pavoletti e Miranda (fonte: www.inter.it)

PRIMO TEMPO – Mancini cambia qualcosa inserendo Telles in difesa al posto di Nagatomo, Felipe Melo in mezzo al campo per lo squalificato Kondogbia e Palacio in avanti al posto di Jovetic. Nel Genoa Gasperini sceglie Suso (panchina per Cerci) al fianco di Pavoletti, mentre in difesa è Marchese a sostituire lo squalificato Izzo. A partire meglio sono i neroazzurri che dopo cinque minuti di gioco creano una clamorosa doppia occasione prima con un colpo di testa di Perisic (smorzato da Marchese) salvato sulla riga da Lamanna e poi sulla ribattuta con un destro di Brozovic che termina di poco alto. Nella prima parte è la formazione di Mancini a fare la partita, tenendo benissimo il campo e creando diverse occasioni come al 28° quando Munoz salva sulla riga un colpo di testa di Icardi a Lamanna battuto. Al 35° è ancora l’Inter a sfiorare il vantaggio, ma il colpo di testa di Perisic su una punizione di Brozovic viene deviato in corner da un attento Lamanna. Il Genoa, invece, si affaccia per la prima volta dalle parti di Handanovic tre minuti dopo quando Rigoni lancia Pavoletti in profondità, ma il tiro dell’attaccante rossoblu viene smorzato in angolo da Miranda. Nel finale di tempo Medel sfiora il palo con un sinistro deviato in corner.

SECONDO TEMPO – La ripresa si apre con gli stessi ventidue della prima frazione, ma con un ritmo di gioco molto più basso. L’Inter continua tenere in mano il pallino del gioco e ci prova al 57° con Palacio, ma il suo colpo di testa su punizione di Brozovic termina alto. Al 65° break del Genoa con Suso che lancia Pavoletti, l’attaccante protegge bene e serve Rigoni il cui destro però termina ampiamente a lato. La fase centrale della ripresa vede le squadre rifiatare e studiarsi, oltre alla solita girandola di cambi e così si arriva al minuto 77, quello del vantaggio del Genoa: il neo entrato Tachtsidis con un sinistro dal limite costringe Handanovic a rifugiarsi in corner. Sugli sviluppi dell’angolo lo stesso greco fa sponda in area per De Maio che da pochi passi firma indisturbato la rete dell’1-0 (prima rete stagionale in Serie A per il centrale rossoblu). Il finale di partita vede l’Inter provare l’assalto alla porta genoana con un colpo di testa di Icardi che sorvola la traversa su cross di Jovetic, mentre il Genoa va vicino al bis prima con un tiro di Ansaldi e poi con una punizione di Tachtsidis che impegnano severamente Handanovic. L’ultima chance per i neroazzurri capita invece sul sinistro di Eder che sibila il palo della porta di Lamanna.

Con questo successo il Genoa di Gasperini si tira completamente fuori dalla zona calda della classifica e festeggia aritmeticamente la permanenza in Serie A, mentre l’Inter dice praticamente addio ai sogni di Champions League anche a causa della contemporanea vittoria della Roma in casa con il Torino.

Francesco Tusi

Francesco Tusi

Amante del calcio, metafora più vera della vita in tutte le sue innumerevoli sfaccettature. Amante del mare, della sua vastità e della sua sconfinata bellezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *