Serie A, il derby della Lanterna è della Sampdoria: battuto per 3-2 il Genoa

Dopo la pausa natalizia, il 2016 della Serie A ricomincia subito con il botto. Nell’anticipo del 17° turno al “Luigi Ferraris” di Genova, termina con uno spettacolare 3-2 in favore della Sampdoria il 111° derby della Lanterna contro il Genoa. Migliore inizio d’anno non si poteva prospettare: un match ricco di gol ed emozioni, con i blucerchiati in controllo totale per 70 minuti, poi la rinascita degli uomini di Gasperini che nel finale sfiora anche il pareggio.

Fonte: Laura Rossetti
Fonte: Laura Rossetti

Un match giocato sui nervi sin dai primi minuti quando l’incontro inizia con ben quattro minuti di ritardo visti i fumogeni lanciati in campo dalla tifoseria genoana. Poi inizia subito il monologo della Sampdoria: la squadra di Montella passa in vantaggio dopo 18 minuti con Soriano che, servito perfettamente da Cassano, batte Perin con un tiro al volo che fa esplodere la gradinata sud di Marassi.

Il Genoa prova una reazione, portando molti uomini nella metà campo della Sampdoria, ma i blucerchiati giocano meglio e cinque minuti prima dell’intervallo raddoppiano con Eder che con un perfetto destro a giro dal limite dell’area buca Perin. Il grifone, però, prima dell’intervallo ha la chance per rientrare in partita con una punizione di Lazovic ma la palla deviata termina di poco a lato.

Nella ripresa è ancora Sampdoria e, soprattutto, Antonio Cassano: Fantantonio gioca forse la migliore partita della sua stagione e al 49° minuto serve perfettamente Soriano che a tu per tu con Perin mette dentro il terzo gol per i blucerchiati. Il terzo gol sembra una pesante mazzata psicologica per il Genoa che però ritorna in partita a 20 minuti dal termine con il solito Leonardo Pavoletti che sugli sviluppi di un calcio d’angolo incorna perfettamente di testa battendo Viviano.

Il gol da nuova linfa alla squadra di Gasperini, che 60 secondi dopo il gol di Pavoletti sfiora il secondo gol con Lazovic che solissimo davanti a Viviano sbaglia calciando di poco a lato. Una grossa occasione sprecata ma il Genoa rientra definitivamente in partita qualche minuto più tardi ancora una volta con Pavoletti che fa esplodere la Marassi rossoblù. Un blackout della Sampdoria che nel finale rischia di subire anche il terzo gol con Suso, così come sfiora il poker con Barreto che colpisce la traversa ma dopo quattro minuti di recupero la squadra di Montella può festeggiare la seconda vittoria consecutiva dopo il successo contro il Palermo. Per il Genoa, invece, quinta sconfitta consecutiva che arriva con l’amaro in bocca: il pareggio sembrava ad un passo con una grande rimonta, ma solo un grande Viviano ha detto no al grifone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *