Serie A, la Juventus passeggia ad Udine: 0-4 nel giorno della prima alla Dacia Arena

Nel giorno dell’inaugurazione della Dacia Arena, la Juventus vince facilmente contro l’Udinese con il punteggio finale di 4-0, tornando a meno due dal Napoli ed al secondo posto in Serie A.

evra juventus
Patrice Evra (fonte: Muhammad Ashiq, commons wikimedia.org)

Parte subito molto forte la Juventus che impone il suo ritmo alla squadra friulana, messa in campo in stile attendista. Il primo tentativo in realtà è però per l’Udinese che con un cross prova ad impensierire Buffon dopo la conclusione, un po’ goffa, di Widmer bloccata dal portiere della nazionale. Da lì in poi la squadra di casa sparisce dal campo e la Juventus fa la voce grossa. La prima opportunità arriva da una palla messa in mezzo dove Mandzukic tutto solo non riesce a colpire forte abbastanza da metterla dentro. Passano pochi minuti e la Juve va in vantaggio: Badu stende Asamoah poco fuori il limite dell’area e Dybala (15’) da punizione pennella un tiro che inganna Karnezis, diretto sul palo opposto. L’1-0 della squadra di Allegri indirizza il match ancor di più verso i bianconeri che trovano immediatamente il raddoppio: da azione da corner, Dybala si ritrova un pallone di testa e lo rimette in mezzo dove trova tutto solo Khedira (18’) sul secondo palo che ancora di testa l’appoggia in rete per il momentaneo 2-0. La terza rete arriva dopo un pallone in profondità di Lichtsteiner che lancia Mandzukic, steso davanti a Karnezis da un intervento da dietro di Danilo: per l’arbitro è cartellino rosso e calcio di rigore. Dal dischetto va Dybala (36’) che spiazza il portiere greco calciando alla sua destra e firmando il 3-0 e la sua doppietta personale. Nel finale di tempo arriva anche il quarto gol, con la prima segnatura del brasiliano Alex Sandro (42’) che si sistema il pallone sul suo destro e batte Karnezis con un destro a giro per il 4-0 Juve.
Nella ripresa la Juventus amministra e non spinge come nel primo tempo dato il risultato. Ci prova comunque Asamoah con un tiro dal limite dell’area che Karnezis para. Superata la metà del secondo tempo il neo entrato Morata prova a sbloccarsi con un destro rasoterra che però vede ancor a la risposta del giocatore greco. L’Udinese, in dieci, prova a farsi vedere da calcio piazzato con lo specialista Lodi che pennella all’angolino una bella punizione che Buffon respinge con un bell’intervento. La Juventus comunque controlla il match fino alla fine e porta a casa tre punti importanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *