Serie A, la Juventus si conferma con un poker rifilato al Chievo

Al Bentegodi si conferma, ancora una volta, la Juventus, imponendosi con un 4 a 0 sul Chievo.

morata juventus
Alvaro Morata Fonte: www.goal.com

Spettacolo regalato per tutti i 90 minuti, con le reti siglate da una doppietta di Morata, Alex Sandro e Pogba.

PRIMO TEMPO – Partono subito forte i bianconeri con la prima occasione del match: accelerazione di Morata che crossa sul secondo palo ma il sinistro al volo di Alex Sandro sorvola la traversa. Ma già al 6′ minuto gli ospiti si portano in vantaggio: l’azione del gol è figlia di una grande azione sulla destra di Lichtsteiner che mette in mezzo un tiro-cross invitante su cui Morata non deve fare altro che spingere in rete il pallone; 0-1. Ma la squadra di Maran non riesce a ripartire, chiudendosi dietro, subendo gli attacchi degli avversari. All’11’ c’è anche lo squillo da parte di Pogba, che ci prova ma in modo errato da fuori area, con un bolide. La formazione di Max Allegri domina il match con delle giocate sull’asse Pogba-Dybala, mettendo così in confusione i padroni di casa. Al 27′ Dybala manca il raddoppio con un sinistro a giro respinto da Bizzarri. Minuto 40′ e arriva il secondo gol, meritato: c’è lo zampino di Dybala in questo gol di Morata, con l’argentino che si è reso protagonista di una grande azione personale prima di servire in area Khedira che dalla sinistra ha messo in mezzo un cross basso su cui l’ex Real è riuscito ad intervenire con un tap-in vincente portando il risultato sul 2 a 0 Juve.

SECONDO TEMPO – Questa volta è il Chievo a partire positivamente: punizione dalla sinistra di Birsa ma Radovanovic non riesce a trovare la deviazione vincente. Dopo pochi minuti, Dybala prova un’incursione, palla che arriva a Marchisio che calcia fuori dalla distanza. Minuto 57′ e Alex Sandro tenta la girata al volo di destro in area di rigore ma la sua conclusione è debole e si perde sul fondo. Ma il terzino juventino vuole e e cerca il gol più volte, infatti al 61′ arriva la rete del terzo gol:  l’azione è iniziata dalla fascia destra con Lichtsteiner che ha seminato il panico prima di servire al centro dell’area Pogba, a sua volta bravo e generoso nella scelta di servire sulla sinistra l’ex Porto, che da posizione privilegiata ha trovato il gol del 3 a 0. Al 65′ il poker viene sfiorato: combinazione tra Pogba e Lichtsteiner che non si chiude per l’eccessivo altruismo dell’ex Lazio, che entrato in area avrebbe potuto anche cercare la conclusione personale. Infatti, dopo solo 1 minuto, ecco calato il poker definitivo: gol fantastico del francese che riceve palla al limite dell’area da Dybala, mette a sedere Dainelli e poi trafigge Bizzarri col piatto destro. Al 73′ Buffon si sporca i guanti per la seconda volta, intervenendo a tu per tu con Inglese. Ma al 90′ c’è da mettersi le mani nei capelli: lancio spettacolare ad innescare Pogba, aggancio e giravolta di tacco, poi bolide che si stampa sulla traversa, sfiorando così il gol della definitiva manita.

Flavio Ponissi

Flavio Ponissi

Sicignano Degli Alburni-Salerno. Aspirante giornalista sportivo. Amante del calcio, quello vero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *