Serie A, Milan-Bologna 0-1, le pagelle dei rossoblù: Mirante super, Giaccherini e Diawara lo seguono

Il Bologna batte il Milan per 1 a 0.  

Fonte immagine: Biser Todorov
Fonte immagine: Biser Todorov

Buona prova degli uomini di Donadoni. Di seguito le pagelle dei rossoblù. 

Mirante 8: impreciso in alcuni rinvii, ma al 25′ si fa trovare pronto sulla doppia occasione targata Honda-Niang. Al 40′ si ripete con una parata di reni su un bel tiro di Bonaventura e sullo scadere del primo tempo blocca anche Bacca. Se il Bologna vince è anche merito suo. 

Rossettini 5:  a differenza dei suoi compagni si fa vedere meno, non si gioca molto dalle sue parti. (Dal 69′ Ferrari 6: ordinaria amministrazione).

Gastaldello 6: se il tuo cliente si chiama Bonaventura allora si parte già sfavoriti. Non sfigura, ma spesso i centrocampisti arretrano per aiutarlo. Suo l’intervento decisivo su Bacca nella ripresa che salva il risultato.

Maietta 6,5: con Masina formano un duo importante. Scende molto e aiuta anche sulla fascia. Non ha paura della rapidità di Niang e lo affronta con grande sicurezza. Esce per infortunio allo scadere del primo tempo. (Dal 45′ pt Oikonomou 6: entra bene in partita, buoni interventi).

Masina 6: come Maietta si affaccia spesso nell’area rossonera e combatte su ogni pallone. Buona prova del numero 25 che si sta confermando come un giovane di prospettiva.

Taider 5,5: dei tre di centrocampo è quello che si vede meno, più volte saltato dal solito Bonaventura che da quelle parti ha sempre un’autostrada.

Diawara 7: se tutti parlano di lui un motivo ci sarà. Nonostante la sua giovane età (è del ’97) i suoi compagni si affidano a lui. Dribbling, visione di gioco, impostazione, fase difensiva. Il numero 21 è da tenere in considerazione. (Dal 77′ Pulgar s.v.).

Brighi 6: abbiamo parlato del giovane, lui completa il centrocampo con l’esperienza. Ordinaria amministrazione.

Mounier 6: cambia spesso lato per cercare la palla e il gioco. Quando dirige l’azione mette in difficoltà i rossoneri.

Destro 5: il lavoro di sponda gli riesce bene, soprattutto nel dialogo con Giaccherini. Il resto gli viene difficile, pochi sono i palloni giocabili, ma non li sfrutta.

Giaccherini 7:  cerca spesso il fallo e lo ottiene, preziosi questi interventi per far salire la squadra. In attacco dirige lui, sbaglia tanto, ma poi mette a segno il gol che vale la vittoria.

All. Donadoni 7,5: al suo ingresso tutti i tifosi rossoneri lo salutano con un bell’applauso. Il primo tempo se la gioca, nella ripresa sembra quasi tutto perduto, ma complici gli errori rossoneri e la pazienza, alla fine si porta a casa i tre punti. Ritornerà a San Siro nel suo Milan?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *