Serie B, Ascoli-Bari 0-1: l’autogol di Cinaglia per la vittoria dei pugliesi

Un autogol di Cinaglia e il Bari consolida il terzo posto in classifica.

Fonte: ascolicalcio.net
Fonte: ascolicalcio.net

Al Del Duca di Ascoli i marchigiani ospitano i pugliesi del Bari, che forti dell’ultima vittoria casalinga per 3-0 contro il Como arrivano ad Ascoli carichi e pronti a portare a casa altri tre punti. Gli uomini di Mangia dal canto loro, occupano la quattordicesima posizione in classifica e sono reduci da una rocambolesca sconfitta in casa del Trapani.
Il match si fa da subito interessante per un primo tempo acceso con alcune occasioni create da entrambe le squadre. I pugliesi, dopo appena nove minuti di gioco sono costretti ad un cambio forzato: fuori Contini, al suo posto Di Cesare. I biancorossi si rendono subito pericolosi attorno al quattordicesimo quando Maniero per pochissimo non intercetta un cross ben calibrato di Rosina. Al quarto d’ora bella risposta sul fronte opposto da parte di Orsolini che però viene chiuso prontamente da Donati.

Al 27′ si fanno vedere ancora i padroni di casa con un calcio d’angolo che favorisce Cacia che però, di testa, non inquadra la porta. Risponde subito il Bari alla mezz’ora prima con il tentativo di Rosina che con un tiro cross impegna Lanni che manda in angolo e poi un minuto dopo con la rovesciata di Tonucci, anticipato da Cinaglia che compie uno sfortunato autogol, mandando in vantaggio gli ospiti.

All’inizio della ripresa maggiore intraprendenza dei marchigiani che provano ad infastidire la difesa avversaria nei primi minuti, sfruttando soprattutto le conclusioni di Jankto e i numerosi calci d’angolo a favore, senza mai però concretizzare. I pugliesi, molto attenti in fase difensiva , rendono difficile ogni manovra di gioco avversaria, mentre risultano poco incisivi ed evanescenti in attacco. Al 56′ trattenuta sospettosa di Di Cesare su Milanovic ma l’arbitro lascia giocare.

Il secondo tempo prosegue in modo equilibrato e senza grandi lampi. Al 27′ i biancorossi reclamano il rigore per un episodio dubbio in area: Valiani lancia verso la porta avversaria Rosina che viene e atterrato da Lanni, ma per Ghersini non c’è fallo. Altra grande occasione dopo due minuti con un cross di Donkor dalla destra, ma Lanni intercetta prima di tutti. Al 37′ sfuma una buona occasione l’Ascoli: Micai non blocca la sfera che per poco non finisce sui piedi dell’attaccante bianconero, ma allontana e salva il neo entrato Di noia.

All’83’ contropiede barese con Sansone che dopo una traversata ci prova ma Lanni respinge di piede. Aumenta il nervosismo in campo tra spintoni e proteste: all’88’ Ascoli in undici per doppia ammonizione di Petagna. L’Ascoli nel recupero tenta l’assalto finale ma inutilmente.

Con l’autogol di Cinaglia il Bari porta a casa tre punti consolidando il terzo posto a quota 63 punti, mentre nulla da fare per gli uomini di Mangia che subiscono questa sconfitta casalinga pur avendo disputato un buon match rimanendo a quota 42 in quattordicesima posizione.

Le squadre:
Ascoli (4-5-1): Lanni; Cinaglia, Canini, Milanovic, Dimarco; Orsolini, Carpani, Bianchi, Altobelli, Jankto; Cacia. A disposizione: Svedkauskas, Pecorini, Benedicic, Mengoni, Mitrea, Perez, De Grazia, Petagna, Iotti. Allenatore: Devis Mangia;

Bari (4-3-3): Micai, Donkor, Tonucci, Contini (8′ pt Di Cesare), Jakimovski, Donati, Dezi, Valiani, Sansone, Rosina, Maniero. A disposizione: Guarna, Di Noia, Puscas, De Luca, Rada, Gemiti, Defendi, Lazzari. Allenatore: Andrea Camplone.

Arbitro: Davide Ghersini

Marcatori: Tonucci ( Cinaglia aut.) 31′

Ammoniti: Perez 91′ (A); Valiani 62′, Donkor 89′, Micai 91′ (B)

Espulsi: Petagna 89′ (A).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *