Serie B, Brescia-Cagliari 4-0: le rondinelle firmano il poker al Rigamonti

Vittoria storica del Brescia sul Cagliari al Rigamonti nella 15 esima giornata di Serie B: il netto 4-0 delle rondinelle piega la capolista sarda dopo un trend di ben quattro successi consecutivi.

 

Fonte: Elvezio Rigamonti (Wikipedia.org)
Fonte: Elvezio Rigamonti (Wikipedia.org)

A decidere il match le autentiche perle di Caracciolo, Embolo e Kupisc che regalano ai lombardi la soddisfazione di superare in casa il Cagliari, quasi sempre in vantaggio nei precedenti scontri, l’ultimo in Serie B disputato addirittura nella stagione 1989-90 in cui i dardi trionfarono per 2-1.

Avvio di gara propositivo per il Cagliari di Rastelli che prova subito a cogliere di sorpresa il Brescia con la poderosa conclusione di Dessena, bravo a rubare il tempo agli avversari a limite dell’area e tentare la soluzione, di poco a lato.

La compagine lombarda risponde immediatamente ai sardi sfiorando una ghiotta occasione da gol: sull’asse Embolo-Caracciolo, l’Airone, al suo esordio stagionale da titolare, scalda subito le polveri con un destro a giro in area di rigore che fa tremare la porta difesa da Storari, che compie un vero e proprio miracolo d’anticipo salvando il parziale. Termina la gara di Dessena dopo un brutto intervento di Coly.

I padroni di casa cercano di contenere le folate offensive del Cagliari, che si rende nuovamente pericoloso sfruttando un’interessante opportunità su palla inattiva: la punizione magistralmente eseguita da Joao Pedro, termina però di poco fuori, respinta in corner da Minelli.

Ottimo il certosino lavoro di squadra degli uomini di Boscaglia, bravi a disporsi in modo compatto ed insidiare la retroguardia sarda con le intuizioni di Embolo e Mazzitelli, prezioso anche in fase di non possesso.

Un’occasione per parte per sbloccare l’inerzia del match prima dell’ingresso negli spogliatoi: ci prova prima un grande Caracciolo in volata, poi è la volta di Tello e Pisacane, che trovano però l’ottima opposizione di Minelli.

Fonte: https://www.facebook.com/TifoseriaBresciana/photos_stream
Fonte: https://www.facebook.com/TifoseriaBresciana/photos_stream

Nella ripresa cambia drasticamente il volto della sfida: rondinelle a trazione anteriore che provano a piegare la resistenza della formazione cagliaritana esercitando un asfissiante possesso palla e sfruttando i numerosi spunti di Caracciolo.

E’ proprio il centravanti del Brescia che dopo appena due minuti dal rientro in campo firma la rete del vantaggio cogliendo il suggerimento di H Maidat con uno splendido diagonale che beffa Storari.

Inizia il monologo della squadra di casa che dopo aver trovato il giusto varco per penetrare nelle maglie avversarie, riesce a giocare con maggiore fluidità a centrocampo sfiorando spesso il raddoppio che giunge come una doccia fredda per il Cagliari al 57′: è una magia di Kupisz che si propone in spaccata dopo l’assist del solito Caracciolo a consolidare il vantaggio delle rondinelle.

Si complica ulteriormente la situazione della formazione di Rastelli, incapace di reagire dinanzi all’organizzazione ed alla compattezza del Brescia, efficace anche in fase di ripiegamento oltre che d’attacco.

Le deboli difese della capolista cedono definitivamente allo scoccare del tempo regolamentare: è una pioggia di gol quella che si abbatte sul Rigamonti nel finale di gara, prima con Embolo, che scaglia di prima una sassata imprendibile per Storari, poi con Kupisz in doppietta che archivia la pratica. 

BRESCIA (4-4-2): Minelli; Camilleri, Caracciolo, Castellini, Racine; Kupisz, Martinelli, Mazzitelli, Embalo; Geijo, Caracciolo.

CAGLIARI (4-3-1-2): Storari; Pisacane, Ceppitelli, Krajnc, Murru; Dessena, Di Gennaro, Fossati; Melchiorri, Giannetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *