Serie B, Cagliari-Modena 2-1: Joao Pedro infiamma il Sant’Elia

Dopo lo stop contro il Perugia, il Cagliari di Rastelli continua a volare: altri 3 punti si aggiungono al bottino dei sardi che, complice un Joao Pedro in grande spolvero, si impongono al Sant’Elia sul Modena di Crespo, pericolosamente proiettato verso la zona play out.

Fonte: Cagliaricalcio.com
Fonte: Cagliaricalcio.com

La prova di forza del Cagliari inizia subito con la formazione di casa attenta a non concedere varchi ed interprete di un gioco dinamico che si basa su una fitta rete di passaggi. Dopo appena 6′ dal fischio di avvio, i padroni di casa ipotecano già la vittoria costringendo i canarini ad una difficile rimonta con una volata in area di Joao Pedro che dall’interno firma con il destro il vantaggio rossoblù.

I sardi, compatti in difesa e propositivi in attacco con la coppia Cerri e Melchiorri, gestiscono il possesso palla con esperienza e sfiorano in più occasioni la chance del raddoppio prima con la clamorosa traversa colpita da Dessena, poi con un’insidiosa conclusione da posizione defilata dello stesso Melchiorri, arpionata da Provedel che si oppone di gran classe con i pugni.

Si infiamma il Sant’Elia poco dopo il primo quarto di gara con la risposta degli ospiti rientrati in partita sfruttando un’ingenuità difensiva del Cagliari su corner battuto da Belingheri che fornisce il cross vincente per Stanco. Nonostante la parità, si dimostra più determinata la compagine rossoblù: alla mezzora il sinistro a giro di Di Gennaro, di poco oltre la traversa, strozza in gola l’urlo dei tifosi.

Negli istanti finali del primo tempo emerge anche il Modena che non trovando spazi cerca le soluzioni dalla lunga distanza e, poco lucido nella finalizzazione, non riesce a piegare il Cagliari che ne approfitta ristabilendo il predominio con la doppietta di un ispiratissimo Joao Pedro, abile ad accentrarsi e spedire in rete di sinistro sul secondo palo. Si compromette però la gara dei canarini, in inferiorità numerica per l’espulsione di Popescu dopo un fallo sull’autore del vantaggio rossoblù.

Autore Cristiano Cani - Fonte wikipedia.org
Autore Cristiano Cani – Fonte wikipedia.org

Prosegue, durante la ripresa, il monologo della compagine sarda, abile a gestire il vantaggio e respingere la manovra del Modena, poco incisivo nonostante qualche debole progressione offensiva che non impensierisce più di tanto la retroguardia dei cagliaritani.

I canarini tengono comunque bene il campo proponendosi, quando possibile, in avanti e cercando di sopperire all’inferiorità numerica con il movimento degli esterni, in pressing sui portatori di palla avversari. Non sazio della doppietta, Joao Pedro continua a rendendosi minaccioso in area con una strepitosa azione culminata però in un tiro di poco sopra la traversa.

Nervi tesi per la squadra di Rastelli che si propone in continui e micidiali assalti giocando al tiro a bersaglio con la porta difesa da Providel, ma non riesce a siglare la rete che chiuderebbe il match. Un pizzico di sfortuna per i padroni di casa che sprecano la chance del 3-1 prima con il colpo di testa di Cerri e poi con la conclusione di Melchiorri.

L’ultima speranza del Modena di Crespo si chiama Granoche: sul finire del secondo tempo il bomber dei canarini entra in campo senza però riuscire ad incidere sulla gara e in extremis un provvidenziale intervento di Storari riesce a proteggere il risultato dopo una pericolosa azione della formazione in maglia bianca, che è costretta ad arrendersi ai sardi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *