Serie B, Crotone-Brescia 1-1: Abate risponde a Ricci e ferma la capolista

La decima giornata di Serie B non intacca le gerarchie della classifica ma vede il Crotone di Juric arrestare la sua corsa contro un combattivo e determinato Brescia che soccombe nel primo tempo alla rete di Ricci, ma rimonta clamorosamente in extremis agganciando un meritato pareggio con Abate.

Fonte: Wikipedia - RennyDJ
Fonte: Wikipedia – RennyDJ

Dopo aver tenuto testa alla squadra calabrese ed aver dato vita ad una prima fase alquanto equilibrata, le rondinelle sfatano il mito in una sfida da sempre ostile ai lombardi che comunque non hanno mai vinto in casa del Crotone.

Ritmi elevati fin dai primi istanti del match tra Crotone e Brescia che danno vita ad un gioco divertente e dinamico facendo del centrocampo la loro arma migliore e fronteggiandosi a viso aperto senza ripiegare dietro la linea della palla. Formazione ospite che contiene gli affondi dei padroni di casa, che si propongono spesso in attacco con Torromini.

Dopo pochi minuti, quasi allo scoccare del quarto d’ora, rispondono le rondinelle del Brescia, in grande spolvero, che provano a ritagliarsi un timido varco con gli inserimenti di Mazzitelli, ottimo a lavorare di sponda ed esercitare un forte pressing sui portatori di palla avversari ed autore di un tiro poco calibrato che termina però sopra la traversa.

Poco impegnati entrambi i portieri in una prima fase di gara estremamente tattica sotto il profilo tecnico con il Crotone ed il Brescia che tentano di sbloccare l’inerzia del match con le soluzioni da fuori area: occasione per parte prima con il destro a giro di Ricci, poi con la risposta del missile sparato da Embalo dai limiti dell’area, che trovano però il passo sbarrato dalla difesa. Lo spettacolo allo stadio Scida inizia al 43′, quando una disattenzione di Minelli porta in vantaggio il Crotone, che firma la rete dell’1-0 con il tiro di Ricci a porta spalancata, su splendida iniziativa di Torromino.

Nella ripresa il match prosegue su ritmi elevati con il Brescia che prova in tutti i modi ad agganciare il meritato pareggio trovando però la linea difensiva del Crotone pronta a sostenere ogni assalto. Le rondinelle alzano il baricentro ed azionano un velenoso contropiede con Embalo che serve Geijo, abilmente intercettato da un attento Cordaz.

I padroni di casa non si accontentano però della situazione di vantaggio e costruiscono la manovra offensiva sfiorando in più occasioni il raddoppio: ghiotte opportunità, condite da un pizzico di sfortuna per il Crotone che si rende minaccioso con il destro a giro di Capezzi che colpisce alto la traversa, e con Torromino, la cui potente conclusione trova clamorosamente il legno. Risponde il Brescia, interprete di una buona gara e molto propositivo con gli innesti di Kupisz, Geijo e Caracciolo, nuovo entrato al posto di un Morosini molto in ombra questa sera.

Si infiammano gli animi sul finire del match che vede il Brescia imporre un deciso monologo alla squadra calabrese, che dopo aver resistito a lungo agli assalti dei lombardi, getta la spugna all’87’ quando un ispiratissimo Abate, entrato al posto di Mazzitelli, si propone in girata beffando Cordaz dopo una convulsa azione in area di rigore. Si infrangono le illusioni del Crotone, a trazione anteriore negli ultimi istanti, che non riesce però a superare la retroguardia delle rondinelle, salite a quota 14, congelando il match in parità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *