Serie B, Crotone-Cagliari 3-1: i calabresi calano il tris, show all’Ezio Scida

Allo stadio Ezio Scida il Crotone guidato da Ivan Juric supera per 3-1 la formazione calabrese, capolista del campionato di Serie B con un bottino di ben 48 punti, interrompe così la scia di vittorie dei sardi, lontani di appena due lunghezza.

Autore: Crotoniate Fonte: Wikipedia.org
Autore: Crotoniate
Fonte: Wikipedia.org

Ritmi elevati e gioco vivace e dinamico sin dall’avvio del match, con il Crotone che dopo appena 120 secondi dal fischio di inizio gela il Cagliari con una rete improvvisa che rimette tutto in discussione: ci pensa Budimir ad insaccare di testa dopo un assist al bacio di Stoian ed un clamoroso errore di Storari, del tutto impreparato nell’intercettare il pallone.

Tutto in salita per gli ospiti, che affrontano in casa un Crotone davvero determinato a chiudere la partita; la formazione di Rastelli però non si arrende e cerca di risalire la china mancando l’occasione del pareggio con la conclusione su punizione di Joao Pedro.

Poco dopo il quarto d’ora di gioco i calabresi sfiorano il raddoppio con Balasa, ma al 21′ il Cagliari ritorna in partita ed i giochi si riaprono grazie ad una pregevolezza in area di Farias, con un tocco di Joao Pedro nel ruolo di assist-man ed una volata in contropiede innescata da Fossati, bravo a rubare il tempo agli avversari.

Maggiore cinismo da parte del Crotone che sul finire del primo tempo mette a segno la rete del 2-1: una disattenzione di Pisacane, che sbaglia a leggere un intervento difensivo, permette a Stoian di arpionare il pallone e suggerire l’assist a Martella, autore di un missile dalla traiettoria imprendibile.

Tenta di risollevarsi la squadra di Rastelli nella seconda frazione di gioco: il Cagliari dà avvio ad un’avvolgente manovra offensiva, consolidando il centrocampo e neutralizzando le azioni in contropiede della formazione di casa.

Nel miglior momento dei sardi, il turning point che cambia il match: al 53′ i rossoblù restano in 10 per l’espulsione di Balzano dopo un fallo su Balasa e rischiano il tracollo prima sugli sviluppi di un calcio piazzato con Budimir che svetta, ma trova Storari ad opporsi, poi con il tiro-cross di Ferrari.

Approfittando di un Cagliari ormai inoffensivo, il Crotone chiude la partita firmando il 3-1 targato Ricci: ancora una responsabilità di Storari, che respinge il tiro di Budimir senza allontanarlo del tutto permettendo così agli avversari di calare il tris.

Match che si conclude con l’ennesimo episodio sfavorevole per i sardi, in 9 per l’espulsione di Krajnc: fallo di mano in area e calcio di rigore per il Crotone, pronto al poker, clamorosamente mancato da Salzano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *