Serie B: goleada del Cagliari, bene Bari e Novara, sempre peggio Livorno, Modena e Como

La serie B ha regalato anche questo sabato, nonché 36esima giornata di campionato, grandi emozioni.

Fonte: it.wikipedia.org
Fonte: it.wikipedia.org

Il Cagliari, in casa, si è imposto col risultato netto di 6 a 0 sul Brescia di Aureliano. I padroni di casa non hanno praticamente lasciato neanche le briciole agli avversari, dominando per 90 minuti. Ad aprire il match è stato Capuano che ha segnato di testa sugli sviluppi di un calcio di punizione. Joao Pedro, autore d una bellissima prestazione, si è reso protagonista segnando 3 gol consecutivi, a proseguire la goleada è stato Giannetti col suo destro. La partita, in totale possesso dei sardi, è stata praticamente un assedio nell’area di rigore del Brescia che, all’88’, ha subito il sesto gol, questa volta da parte di Sau. Il dominio assoluto del Cagliari “Sant’Elia” vale una quasi certa promozione in serie A, visibilmente meritata.

Anche il Bari di Camplone ha demolito il Como, anche se con qualche gol in meno. Allo stadio “San Nicola” la formazione pugliese ha dimostrato ancora una volta di essere in ottima forma e di sentirsi pronta per i play-off. I padroni di casa hanno realizzato le tre reti della vittoria nella seconda frazione di gioco, lasciando quindi agli ospiti qualche barlume di speranza nel primo tempo. Ad avviare la serie di azioni pericolose è stato Puscas che, al 60′, ha insaccato in rete, battendo Scuffet. Dopo qualche minuto Dezi si libera di due avversari e sorprende il portiere, raddoppiando. Rosina chiude il match all’80’ mettendo il rete il 3-0 che condanna il Como sempre più all’ultima posizione in classifica.

Vittoria di misura, invece, dell’Entella sul Modena per 1-0. La partita, abbastanza equilibrata e senza troppi colpi di scena, si è sbloccata al 20′ con la rete di Caputo su colpo di testa. Gli ospiti, con quest’ulteriore sconfitta, rischiano grosso: sono nella zona rossa della classifica, sempre più a rischio retrocessione.

È finita in parità tra Latina e Virtus Lanciano, allo stadio “Francioni”. I primi ad agguantare il vantaggio sono stati i padroni di casa, grazie alla bella azione di Dumitru che, con un tunnel, supera Cragno e la mette in rete. Il Lanciano non si fa attendere e risponde, all’avvio del secondo tempo, col gol di Vastola. Gli ospiti prendono coraggio, rialzano la testa e addirittura firmano il raddoppio con Marilungo, ribaltando il risultato. L’illusione si spegne al 90′, con il ritrovato pareggio del Latina, grazie alla rete di Scaglia, che rimette a posto le cose e fa sì che la sua squadra intaschi almeno un punto.

Sempre alle 15.00 il Novara, in casa, è riuscito a battere il Livorno di Colomba per 2-1. All’avvio del primo tempo i padroni di casa hanno impiegato davvero poco per passare in vantaggio: all’11’ Faragò ha portato i suoi avanti di un gol, su assist di Lanzafame. Il Livorno ha accorciato le distanze durante la seconda frazione di gioco grazie alla rete di Comi che è stato poi espulso per doppio giallo al 90′. Faragò ha approfittato del momento di confusione, al 90′, per raddoppiare e regalare alla sua squadra una importante vittoria.

Il Vicenza ha vinto, per 2-1, contro la Ternana nella sfida casalinga di questo pomeriggio. La squadra di Lerda si è imposta con le reti di Ebague e Vita. Hanno reagito e risposto mestamente la formazione umbra, ma quand’era ormai troppo tardi. La Ternana, infatti, è andata in gol al penultimo minuto di recupero con Avenatti e non hanno più avuto tempo di tentare ad agguantare il pareggio, concedendo la vittoria agli avversari, senza troppi sforzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *